Mercoledì, 29 Settembre 2021
Notizie dalla giunta

Cultura: Regione Fvg sostiene festival Link e giornalismo di qualità

 



Trieste, 26 ago - La Regione Friuli Venezia Giulia sostiene anche quest'anno Link, il festival del giornalismo e dei nuovi media che si svolgerà in Piazza Unità d'Italia da giovedì 2 a domenica 5 settembre. Un appuntamento che ha saputo accrescere la propria qualità negli anni proponendo confronti pubblici su tematiche complesse dell'attualità; fotografie rappresentate attraverso il pluralismo di voci di giornalisti, intellettuali e rappresentanti dei vari saperi capaci di offrire una chiave di lettura mai didascalica ai fatti nei quali la società è immersa.

Il programma del festival illustrato oggi alla presenza dell'assessore regionale alla Cultura, dedicato alla ripresa sostenibile, toccherà anche i due dei temi più partecipati di questo momento: la pandemia e la crisi afghana. Saranno ottanta gli ospiti, "voci del nostro tempo", a susseguirsi in venti appuntamenti aperti al pubblico nelle quattro giornate.

Vi saranno i protagonisti dell'informazione, della cultura, della scienza, dell'economia, dello sport, dell'ambiente, della radio e della televisione. Tra questi il sociologo Domenico De Masi, a cui sarà attribuito il Premio Fieri "per le importanti ricerche in ambito accademico e sociologico".

Link Festival sarà sede di celebrazione di vari riconoscimenti e si aprirà, giovedì 2 settembre alle 19, con la decima edizione del Premio Crédit Agricole FrulAdria Testimoni della Storia assegnato al direttore del quotidiano La Repubblica Maurizio Molinari.

Nel programma è incluso inoltre lo storico Premio San Giusto d'oro, ideato dall'Associazione Cronisti Giuliani e organizzato da Assostampa Fvg: accanto al vincitore dell'edizione 2020, l'agroeconomista Andrea Segrè, sarà premiata la corrispondente Rai da Pechino, Giovanna Botteri.

La Regione ha condiviso l'approccio multidisciplinare del festival che nel pluralismo di voci si fa promotore - è stato detto - del superamento di un concetto irreale secondo cui il giornalista non può farsi portatore di una propria opinione; al contrario, obiettivo del giornalista oggi è mostrare onestà intellettuale nell'esporre una corretta informazione che includa anche il suo punto di vista, in contrasto alla costruzione opportunistica di fake news.

La diffusione di notizie false o distorte sarà un altro dei temi al centro dei confronti, in particolare nella vetrina dedicata ai giovani, protagonisti in questa edizione anche di una sessione speciale del festival, Link to Play, riservata agli spettatori tra 20 e 29 anni.

A chiudere il cartellone di Link Festival sarà il focus dedicato alla ripresa sostenibile dello spettacolo e in particolare dell'industria del cinema, settori che la Regione ha contribuito a mantenere vivi nel periodo della pandemia sostenendo con specifici canali contributivi le produzioni creative e agevolando la riprogrammazione di eventi e spettacoli già finanziati con risorse pubbliche. ARC/SSA/ma
 

 



In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cultura: Regione Fvg sostiene festival Link e giornalismo di qualità

TriestePrima è in caricamento