Cultura: Regione, produzione La Contrada antidoto alla mestizia

Trieste, 2 set - La Regione considera encomiabile il coraggio che stanno avendo i soggetti di produzione culturale del Friuli Venezia Giulia in questo periodo, coniugando professionalità con creatività per fare rispettare le regole e per permettere di fruire in sicurezza spettacoli e eventi.

È quanto ha sottolineato l'assessore regionale alla Cultura in occasione della presentazione della stagione 2020/21 de "La Contrada" di Trieste.

L'assessore ha ringraziato in particolare dirigenti, artisti e autori dello storico organismo stabile di produzione e programmazione teatrale di Trieste e ha consigliato la programmazione de "La Contrada" come antidoto per superare qualche inevitabile momento di mestizia che il periodo impone a tutti.

"A proposito di noi" è proprio lo slogan della campagna abbonamenti 2020/21 del teatro Bobbio, un invito per tornare ad ascoltare insieme le storie, raccontate attraverso il teatro e nel teatro.

A presentare la stagione sono stati la presidente e direttrice artistica dello Stabile di Trieste, Livia Amabilino, e il direttore organizzativo Diego Matuchina. Tra i 12 titoli del nuovo cartellone - suddivisi fra spettacoli "rossi" e spettacoli "blu" come da tradizione - ben 5 sono produzioni firmate Contrada. I nomi in cartellone sono quelli di attori di grande calibro, con collaborazioni che si rinnovano ma anche nuove proposte: Ariella Reggio, Veronica Pivetti, Enzo Decaro, Paolo Triestino e Nicola Pistoia, Emilio Solfrizzi, Corrado Tedeschi, Martina Colombari, Maria Grazia Cucinotta, Vittoria Belvedere, Michela Andreozzi, Francesco Montanari, Andrea Delogu, Chiara Francini, Matteo Branciamore, Ninni Bruschetta, Lodo Guenzi, Lorenzo Lavia, Marzia Postogna. Anche quest'anno a fare da apripista della stagione - che si avvale del sostegno del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e del Turismo, della Regione, del Comune di Trieste e della Fondazione CRTrieste - giovedì 1 ottobre, sarà una nuova produzione. Lo spettacolo, in dialetto triestino, è la prima "stand-up comedy" de La Contrada con protagonista l'amatissima Ariella Reggio: "Ottantena. Stand Up Comedy Show per Signora e mascherina", scritto da Davide Calabrese, membro degli Oblivion, che ne cura anche la regia. ARC/EP/gg



In Evidenza

I più letti della settimana

  • Turismo: Bini, Pordenone Calcio a Lignano aumenterà attrattività

  • Prot. civile: Riccardi, orgogliosi per aiuto comunità Castelsantangelo

  • Ambiente: Scoccimarro, lavoriamo per una regione sempre più verde

  • Montagna: Zilli, proposte sostenibili del territorio per rilancio

  • Lavoro: Rosolen, da Governo misure più efficaci contro sfruttamento

  • Ict: Callari, senza regole intelligenza artificiale genera ingiustizie

Torna su
TriestePrima è in caricamento