Domenica, 19 Settembre 2021
Notizie dalla giunta

Cultura: Regione, proposte a fattore comune per incremento Pil

Cividale del Friuli, 4 set - Gli eventi culturali, assieme ad un utilizzo mirato del patrimonio culturale, determinano punti di Pil che aiutano e favoriscono l'incremento del turismo. Diventa necessario, quindi, mettere a fattor comune le tante proposte culturali del Friuli Venezia Giulia anche con i Paesi contermini per favorire la crescita e lo sviluppo del territorio.

E' uno dei messaggi che l'assessore regionale alla Cultura, in rappresentanza del presidente del Friuli Venezia Giulia e del ministro del Turismo, ha espresso oggi in chiusura della prima sessione del convegno 'A new deal between festivals and tourism institutions best practises for effe festivals and hubs to approach touristic strategies and opportunities' durante il meeting Eurofestivals@FVG, evento organizzato con la collaborazione di ItaliaFestival, Mittelfest e il Festival Internazionale di Musica Sacra di Pordenone, come una delle principali azioni dal vivo del progetto “Festival Finder.eu (a)Live Now” cofinanziato dal Programma Europa Creativa.

Fra le molteplici proposte culturali del Friuli Venezia Giulia, alcune già sovranazionali, come il Mittelfest, l'assessore regionale ha citato anche le esperienze delle associazioni culturali che portano in scena opere liriche e che hanno un respiro transfrontaliero, i diversi concorsi musicali internazionali e un'importante dotazione di festival cinematografici.

In questa logica, la Regione lavorerà per l'appuntamento del 2025 con Gorizia e Nova Gorica capitale europea della cultura. Ed in quest'ottica, uno strumento prezioso è la piattaforma FestivalFinder.eu, realizzata dall'European festivals association (Efa), che rappresenta un canale di grande interesse e da utilizzare, perché consente ai cittadini di scoprire le informazione culturali su molti eventi di oltre 45 Paesi europei.

Un passaggio dell'intervento dell'esponente regionale è stato rivolto all'uso del digitale che ha permesso la fruizione della cultura anche durante la pandemia e va valorizzato. A conclusione del discorso, l'assessore ha auspicato di continuare la collaborazione con ItaliaFestival, Efa e gli hub nazionali dei Festival europei e del Mediterraneo perché stare assieme è il futuro per un'Europa coesa. ARC/LP/ep
 



In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cultura: Regione, proposte a fattore comune per incremento Pil

TriestePrima è in caricamento