Lunedì, 14 Giugno 2021
Notizie dalla giunta

Cultura-Sport: Gibelli, 2,5 mln di incentivi per ripartenza progetti

Udine, 21 mag - Finanziamento complessivo di 2.500.000 euro e contributi tra 50.000 e 100.000 euro per rilanciare le attività culturali e sportive e di gestione dei beni del patrimonio culturale fortemente penalizzate dai provvedimenti di restrizione o chiusura delle attività a partire dall'inizio dell'emergenza da Covid-19.

È quanto prevede l'avviso pubblico approvato oggi in via preliminare dalla Giunta regionale su proposta dell'assessore alla Cultura e Sport Tiziana Gibelli.

"Dopo i ristori e le altre misure urgenti ora - spiega Gibelli - sono pronti i bandi per la ripartenza. Si tratta di un aiuto concreto per incentivare i progetti culturali e sportivi e per far lavorare gli addetti del settore che sono rimasti fermi per molti mesi. L'auspicio è che, grazie anche alle vaccinazioni, si possa finalmente ricominciare con quelle attività, sia culturali e sportive, che fanno parte della vita di ognuno di noi e che contribuiscono al nostro benessere".

Gli incentivi sono a favore di progetti in produzione, organizzazione, realizzazione e promozione di eventi, manifestazioni, festival, stagioni o rassegne nel settore dello spettacolo dal vivo, di attività espositive, di attività di divulgazione della cultura umanistica e scientifica e di valorizzazione della cultura cinematografica, nonché di progetti di gestione e valorizzazione dei beni del patrimonio culturale o di altri luoghi della cultura regionali, anche mediante la digitalizzazione del patrimonio e l'uso di tecnologie digitali.

I progetti potranno prevedere anche la presenza di eventi e attività collaterali sportive di carattere agonistico, amatoriale, ludico o ricreativo.

Saranno privilegiati i progetti in grado di offrire nuove occasioni di lavoro ai lavoratori e professionisti dei settori culturale e sportivo regionale, nonché, in coerenza con il Piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr), di rafforzare il sostegno alle famiglie e di affrontare efficacemente i casi di fragilità sociale del territorio di riferimento, di favorire il benessere psico-fisico delle persone e le politiche di sviluppo sostenibile.

Sono ammessi a presentare domanda i soggetti culturali privati senza fine di lucro (ad eccezione dei soggetti beneficiari di contributi triennali per attività culturali e di alcune altre categorie); i soggetti, anche pubblici, che gestiscono ecomusei, musei e biblioteche di interesse regionale e siti Unesco; le associazioni sportive dilettantistiche e le società sportive, con sede legale o operativa in Friuli Venezia Giulia.

I richiedenti possono partecipare anche nell'ambito di un rapporto di partenariato: in tal caso, i partner potranno essere anche soggetti (anche pubblici e privati con fine di lucro) non ammessi a presentare domanda, e, con alcune eccezioni, essi potranno anche essere destinatari di una quota dell'incentivo, in qualità di partner co-beneficiari.

La misura dell'incentivo è pari al cento per cento del fabbisogno di finanziamento espresso nella domanda, ovvero alla percentuale inferiore calcolata in base alla fascia di punteggio ottenuto in sede di valutazione del progetto.

La domanda di contributo va compilata e presentata al Servizio Attività culturali, esclusivamente attraverso l'utilizzo del sistema informatico per la presentazione delle istanze on line (Iol), a cui si accederà nel mese di giugno dal sito istituzionale della Regione, www.regione.fvg.it, nella sezione dedicata alle attività culturali.

I progetti saranno vagliati da un'apposita commissione di valutazione, di cui faranno parte anche componenti esterni esperti nelle materie oggetto delle domande, che attribuirà i punteggi relativi ai criteri indicati nella griglia di valutazione allegata all'Avviso pubblico.

Entro 90 giorni dal termine di presentazione delle domande sarà approvata la graduatoria dei progetti da finanziare, e successivamente saranno concessi gli incentivi, con contestuale erogazione anticipata - se richiesta - del cento per cento dell'incentivo medesimo.

I progetti dovranno concludersi, e la relativa spesa dovrà venire rendicontata, entro il termine del 31 dicembre 2022, salvo proroga richiesta motivatamente prima della scadenza del termine.

Le informazioni complete saranno disponibili sul sito della Regione alla pagina delle Attività culturali non appena l'avviso sarà approvato in via definitiva. ARC/EP



Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cultura-Sport: Gibelli, 2,5 mln di incentivi per ripartenza progetti

TriestePrima è in caricamento