CULTURA: TORRENTI, GORIZIA OSPITERA' NID-NUOVA PIATTAFORMA DANZA 2017

Milano, 23 set - Il Friuli Venezia Giulia, e in particolare Gorizia, sará protagonista nel giugno del 2017 di NID Platform, evento dedicato alla danza italiana, promosso dalla direzione generale Spettacolo del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo (MiBACT) come riconosciuto strumento per la valorizzazione dell'arte coreutica e sede di confronto tra professionisti italiani e esteri.

La notizia è stata ufficializzata oggi a Milano nel corso della conferenza stampa di presentazione della terza edizione di NID Platform, in programma a Brescia dall'8 all'11 ottobre, dagli assessori alla Cultura della Lombardia e del Friuli Venezia Giulia, Cristina Cappellini e Gianni Torrenti, assieme a Laura Castelletti, assessore alla Cultura del Comune di Brescia.

"Il NID è una ribalta importante per la danza italiana, la cui giuria selezionatrice garantisce un'altissima qualità degli spettacoli, e rappresenta un'occasione di affermazione per i danzatori italiani. Il 2017 sarà quindi molto importante anche per il Friuli Venezia Giulia e per Gorizia, un'opportunità in più per le nostre compagnie", ha commentato l'assessore Torrenti, ricevendo il testimone da Cappellini, che gli ha anche rinnovato gli auguri per il recente incarico di coordinamento della Commissione Beni e Attività culturali della Conferenza delle Regioni.

"La scelta di fare di Gorizia, città di confine aperta all'Est Europa, il centro di questo evento internazionale conferma da una parte l'attenzione dell'Amministrazione regionale per il capoluogo isontino e, dall'altra, è il riconoscimento dello straordinario lavoro pluriennale svolto da Artisti Associati per questa regione", ha concluso Torrenti.

Un ruolo, questo, sottolineato anche da Donatella Ferrante, dirigente del servizio Attività teatrali e di Danza del MiBACT. "La vivacità culturale e la posizione geografica transfrontaliera rendono il Friuli Venezia Giulia particolarmente interessante sotto il profilo di possibili collaborazioni con l'ambito artistico del Centro Europa, per proiettare l'iniziativa in un contesto sempre più internazionale", ha richiamato Ferrante.

La direzione Spettacolo promuove la NID sulla base di una modalità di partenariato con le Regioni avviata nel 2012 con la Puglia e proseguita con la Toscana per il 2014 e, quest'anno in occasione anche di EXPO Milano 2015, con la Lombardia. Sono più di 80 gli operatori stranieri attesi per la terza edizione, a cui si aggiungono circa 200 italiani. Una ventina - in tre giorni - gli spettacoli previsti, ha reso noto Luisa Cuttini, capofila del Raggruppamento Temporaneo di Organismi (RTO) per NID 2015.

Presente alla conferenza stampa anche Walter Mramor, direttore di Artisti Associati che si occuperà dell'organizzazione della NID 2017. Con l'accordo stretto tra Artisti Associati ed Ente Regionale Teatrale (ERT)  quest'anno è nato il Circuito multidisciplinare, di cui Artisti Associati è referente per il programma danza, un cartellone che comprende annualmente circa 40 eventi di danza in una quindicina di città del Friuli Venezia Giulia.

Numerose le compagnie presenti, provenienti da tutta Italia, tra le quali Arearea, l'unica compagnia regionale di produzione riconosciuta dal MiBACT. "Si tratta di un settore che gode di crescente attenzione nella nostra regione, e spesso gli spettacoli registrano il tutto esaurito. Di certo l'evento NID Platform sarà molto importante per dare ulteriore impulso a questo interesse, invitando il pubblico alla conoscenza della migliore danza italiana, espressa dalle compagnie storiche e dagli autori di nuova generazione", ha commentato Mramor.

ARC/EP



In Evidenza

I più letti della settimana

  • Scuola: Rosolen, con zona arancione in aula le medie e 50% superiori

  • Vaccini: Riccardi, in due ore quasi 10mila prenotazioni tra 60-69 anni

  • Vaccinazioni: Riccardi, superate le 22mila adesioni nella fascia 60-69

  • Vaccini: Riccardi, 13/4 agende aperte per inoculazioni palestra Sacile

  • Semplificazione: Callari, ddl snellirà procedimento amministrativo

Torna su
TriestePrima è in caricamento