CULTURA: TORRENTI, QUASI 40 EVENTI IN FVG PER RICORDARE PASOLINI

Udine, 13 ott - La cultura del Friuli Venezia Giulia si mette in rete per ricordare Pier Paolo Pasolini a quarant'anni dalla scomparsa: con il coordinamento della Regione è infatti stata prevista quasi una quarantina di eventi che si terranno tra la fine di ottobre e il mese di novembre, coinvolgendo i soggetti interessati alle opere dello scrittore e regista, nato a Bologna ma che ha vissuto a lungo a Casarsa.

Eventi che comporranno un articolato programma che ha per tema Il Friuli Venezia Giulia per Pasolini 40 PierPaoloPasolini. Lo ha messo in evidenza l'assessore regionale alla Cultura Gianni Torrenti che ha coordinato la presentazione del calendario delle iniziative pasoliniane, presentato a Udine nel palazzo dell'Amministrazione.

"Si tratta - ha detto l'assessore riferendosi a Pasolini - dell'intellettuale che ha avuto il maggiore impatto culturale in Friuli Venezia Giulia, conosciuto a livello internazionale; il suo lavoro si riflette tutt'oggi sulla cultura del nostro territorio in quanto in queste terre si era sviluppata buona parte della sua formazione".

Torrenti ha poi precisato che l'anniversario prescelto, il quarantennale, con una tempistica non rituale, è nato dall'iniziativa di Valter Veltroni che mirava a far riaprire il Caso Pasolini. "La Regione - ha aggiunto l'assessore - ha inteso mettere in relazione le iniziative che sono state proposte da sei soggetti importanti del panorama culturale del Friuli Venezia Giulia, e dal Comune di Casarsa, anche per favorire gli aspetti organizzativi, con il risultato di poter ora proporre al pubblico un programma di appuntamenti di eccellenza".

"Ne è infatti scaturita - ha concluso Torrenti - una proposta di qualità e articolata, che interesserà l'intera regione". Come aveva evidenziato l'assessore, capofila dell'iniziativa sono stati il Centro studi pasoliniani di Casarsa e il Centro studi di Bologna, due delle città nelle quali Pasolini ha vissuto e sviluppato la sua opera di scrittore, poeta, regista. E anche, com'è stato ricordato, di critico cinematografico.

Tra i momenti cardine del vasto programma vi sono il 2 novembre, giorno della morte di Pasolini, una cerimonia commemorativa a Casarsa e un concerto nella serata dello stesso giorno, al Teatro Verdi di Pordenone. Sono in tutto 37 gli appuntamenti previsti, tra mostre fotografiche, presentazioni di monografie dedicate, proiezioni di video, dei film originali, recital, concerti, rappresentazioni.

Saranno curate, in particolare, dal Comune di Casarsa della Delizia, da Cinemazero, dal CSS Teatro stabile di Innovazione del FVG, dal Centro Studi Pier Paolo Pasolini, dal Teatro Verdi di Pordenone, da Il Rossetti Teatro stabile del Friuli Venezia Giulia.

ARC/CM



In Evidenza

I più letti della settimana

  • Riaperture: Fedriga, da Regioni ok a linee guida

  • Pnrr: Rosolen, così cambiano scuola, formazione e lavoro post Covid

  • Lavoro: Rosolen, domicilio fiscale per modulare incentivi assunzioni

  • Turismo: Fedriga, da Regioni criteri riparto 700 mln a Comuni aree sci

  • Ferriera: Scoccimarro, da chiusura area a caldo due terzi PM10 in meno

Torna su
TriestePrima è in caricamento