Notizie dalla giunta

CULTURA: TORRENTI, SODDISFAZIONE PER LE SCELTE DELLO STABILE ROSSETTI

Trieste, 21 luglio - I risultati ottenuti la scorsa stagione e l'orientamento programmatico per il prossimo anno del Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia sono i due motivi per cui l'assessore regionale alla Cultura Gianni Torrenti ha espresso la propria doppia soddisfazione intervenendo, oggi a Trieste, alla presentazione in anteprima di alcuni titoli del cartellone 2016-2017 e in particolare della nuova produzione Play Stridberg che debutterà, in occasione del Mittelfest, il 24 luglio al Teatro Ristori di Cividale.

Proprio la presenza dello Stabile su vasta parte del territorio regionale è, secondo Torrenti, uno degli aspetti più positivi, assieme alle annunciate coproduzioni con alcuni principali teatri nazionali, ad esempio il Teatro della Toscana, e la prosecuzione della collaborazione con diverse istituzioni culturali del Friuli Venezia Giulia, quali il Teatro Stabile sloveno e il Teatro Miela/Bonawentura.

"Pensando alla stagione scorsa - ha commentato l'assessore - è sicuramente da rilevare l'aumento di pubblico, segno che la costituzione della Compagnia Stabile del Teatro Rossetti è stata una sfida vinta. A testimonianza di ciò non c'è solo il maggior numero di spettatori, ma anche l'affezione di essi per gli attori".

Da Torrenti è stato dunque ribadito il pieno appoggio dell'Amministrazione regionale allo Stabile del Friuli Venezia Giulia, indipendentemente dal destino del decreto ministeriale dell'1 luglio 2014 che regola l'erogazione del Fondo Unico per lo Spettacolo (FUS). Proprio in queste ore infatti è attesa una nuova pronuncia del Consiglio di Stato, dopo l'atto di sospensiva dei primi di luglio della sentenza del Tribunale Amministrativo Regionale (TAR) del Lazio che ha accolto il ricorso presentato da alcuni soggetti penalizzati.

Nel corso dell'odierna conferenza stampa, alla quale hanno preso parte anche l'assessore ai Teatri del Comune di Trieste Serena Tonel e il direttore artistico di Mittelfest Franco Calabretto, il direttore dello Stabile regionale Franco Però ha deciso di svelare dodici titoli della stagione 2016-2017, mentre l'intero cartellone sarà presentato a settembre. Già fissata, comunque, l'inaugurazione della stagione che sarà il 25 ottobre: andrà in scena proprio Play Stridberg per la regia dello stesso Però e interpretato da Maria Paiato, Franco Castellano e Maurizio Donadoni. Si tratta della celebra commedia della fine degli Anni Sessanta dell'autore svizzero Friedrich Duerrenmatt, che ha riadattato Danza macabra, il celebre dramma di inizio Novecento dello svedese August Strindberg.

Il Secolo breve, si è appreso, sarà molto presente nel programma di prosa, del quale tuttavia faranno parte anche alcuni classici, come il Don Chisciotte adattato da Roberto Cavosi e interpretato da Luca Barbareschi per un coproduzione tra gli Stabili del Friuli Venezia Giulia e della Toscana.

In programma anche autori contemporanei, anche locali, come nel caso di Pino Roveredo, autore e regista di Caracreatura, o Marko Sosic, la cui Paurosa bellezza/Grozljiva lepota è frutto della collaborazione con il Teatro Stabile sloveno e narra le vicende degli alpinisti Emilio Comici, Tiziana Weiss, Enzo Cozzolino e Klement Jug.

All'insegna dello sport anche Le Olimpiadi del 1936, la narrazione a più mani prodotta da Tieffe Teatro Milano e scritta da Federico Buffa, Emilio Russo, Paolo Frusca e Jvan Sica.

Tra i nomi più conosciuti, da rilevare il ritorno a Trieste di Alessandro Gassman con il suo spettacolo dal titolo Qualcuno volò sul nido del cuculo, adattamento di Maurizio De Giovanni dell'omonimo romanzo di Ken Kesey.

Infine torna in regione anche The Rocky Horror Show, stavolta nella regia di Christopher Luscombe e nella produzione originale inglese presentata in Italia da Show Bees.

ARC/PV/RM
 



Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

CULTURA: TORRENTI, SODDISFAZIONE PER LE SCELTE DELLO STABILE ROSSETTI

TriestePrima è in caricamento