Notizie dalla giunta

Cultura/Turismo: Bini-Gibelli, Villa Varda adatta a percorsi di rete

Brugnera, 13 lug - "Villa Varda è un sito da valorizzare, potenziandone gli elementi attrattivi per fare in modo che lo storico complesso e il suo parco abbiano la giusta collocazione tra i luoghi più conosciuti e ricercati dagli appassionati del turismo culturale e slow". È quanto hanno dichiarato congiuntamente gli assessori regionali alla Cultura, Tiziana Gibelli, e alle Attività produttive e al Turismo, Sergio Emidio Bini, a conclusione della visita compiuta a Brugnera, al compendio di Villa Varda, assieme al vicesindaco, Maurizio Foltran e al consigliere regionale Ivo Moras. Con la Villa, gli altri fabbricati che fanno parte del complesso e il grande parco monumentale che si estende fino alle suggestive rive del Livenza rappresentano un sito ideale per ospitare eventi culturali, artistici e di intrattenimento, in un ambiente naturale particolarmente adatto al relax e al tempo libero. Tra i progetti del Comune vi è il collegamento con la vicina ciclovia 'Mari e monti' del Veneto, per fare in modo che questo bene, già della Regione e ora di competenza dell'ente locale, sia adeguatamente valorizzato. L'assessore Gibelli ha evidenziato gli elementi della storia che hanno caratterizzato Villa Varda: prende il nome dall'ultima delle famiglie di origini ebraiche che l'hanno posseduta, dopo, tra le altre, quella dei Morpurgo. L'edificio fu probabilmente costruito a Brugnera perché in località vicine vivevano radicate comunità ebraiche. Gibelli ha quindi ipotizzato la possibilità di valorizzare il compendio creando un progetto di rete che ripercorra la storia di quelle comunità, integrate nel territorio e possa dare ancor maggiore attrattività al sito. La proposta è stata condivisa da Bini che ha ribadito le potenzialità del turismo slow e rilevato che la realtà di Villa Varda bene si presta a essere inserita in una offerta turistica integrata, capace di coniugare i motivi di richiamo di carattere naturale, ambientale, storico e culturale, e di proporre ai fruitori più attenti le ricchezze grazie alle quali il Friuli Venezia Giulia è considerata una delle regioni più attrattive della Penisola. ARC/CM/al



Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cultura/Turismo: Bini-Gibelli, Villa Varda adatta a percorsi di rete

TriestePrima è in caricamento