Cultura: Vicino/Lontano, programmazione intelligente e appassionata



Trieste, 5 set - Senza la passione - non a caso il tema di fondo dell'edizione 2020 - messa in campo dagli organizzatori, la regione avrebbe corso il rischio di impoverirsi sul piano culturale in un momento storico in cui il territorio ha un estremo bisogno di ricevere degli stimoli importanti: quelli stessi che emergono dal programma intelligente e appassionato realizzato quest'anno.

Questo il concetto espresso oggi in videoconferenza dall'assessore regionale alla Cultura del Friuli Venezia Giulia nel corso della presentazione della XVI edizione del festival Vicino/Lontano - Premio Terzani che si terrà a Udine dal 25 al 27 settembre.

L'esponente della Giunta regionale ha sottolineato il merito del festival di aver saputo fare rete e creare delle collaborazioni con altre realtà culturali del Friuli Venezia Giulia, ribadendo come - soprattutto in questo periodo - sia l'unione a fare la forza.

Soddisfazione è stata espressa anche per la trasmissione degli eventi online, che va a favorire un significativo allargamento di pubblico superando i problemi relativi alle limitazioni imposte dalle misure di prevenzione al Covid.

Infine, rimarcando il significativo supporto dato al festival anche dai privati, l'assessore ha ribadito l'opportunità offerta dallo strumento dell'Art bonus, soprattutto in una prospettiva futura in cui le risorse pubbliche non saranno in grado di garantire gli attuali stanziamenti in campo culturale. ARC/GG/ep



In Evidenza

I più letti della settimana

  • Covid: Riccardi, piano pandemico Asugi rafforza ospedali e territorio

  • Agroalimentare: Zannier, a Caseus Veneti protagonisti i caprini Fvg

  • Maltempo: Zannier, in fase avanzata interventi eseguiti da Regione

  • Covid: Riccardi, piano Asufc con ospedale e territorio per fase 2

  • Covid: Riccardi, su Rsa Sacile rispettiamo competenza professionisti

  • Cultura: Gibelli, Festival giornalismo aperto a confronto opinioni

Torna su
TriestePrima è in caricamento