Cultura: Zilli, Accademia Belle Arti Udine merita sede adeguata

Udine, 5 lug - "In soli due anni l'Accademia delle Belle Arti di Udine ha affermato la propria centralità nel panorama regionale e non solo degli studi superiori di design. L'ambizione di crescita va supportata dalle istituzioni tutte, in modo da garantire a questa realtà adeguati strumenti di sviluppo".

Lo ha dichiarato l'assessore a Finanze e Patrimonio del Friuli Venezia Giulia, Barbara Zilli, durante l'incontro tenutosi oggi a Udine su invito di Fausto Deganutti, direttore dell'Accademia intitolata a Giovan Battista Tiepolo.

Durante il meeting si è fatto riferimento all'ipotesi di espansione che l'Accademia intende intraprendere in virtù dell'attivazione dei nuovi corsi di pittura e interior design, i quali si andranno ad aggiungere a quelli di design grafico e ai numerosi corsi liberi, con un'attesa di crescita del numero degli studenti dagli attuali 300 a circa un migliaio provenienti da più parti del mondo.

Zilli ha spiegato che "l'Accademia rappresenta un asset per il rilancio dell'offerta culturale e formativa udinese, con ricadute positive per l'intera regione".

L'assessore ha quindi raccolto l'istanza dei vertici dell'istituto sull'esigenza di ulteriori spazi e assicurato che "la Regione si impegna fin d'ora a ricercare le soluzioni più adatte affinché l'Accademia possa continuare a proporsi come riferimento culturale, tenendo in considerazione anche la volontà della Giunta di valorizzare e mettere al servizio della comunità i beni dell'ex Provincia di Udine".

L'Accademia delle Belle Arti di Udine ha ottenuto il decreto di approvazione dell'Agenzia nazionale di valutazione del sistema universitario e della ricerca del ministero dell'Istruzione (Anvur) nell'aprile del 2015 e il decreto ministeriale di riconoscimento firmato dal ministro della Pubblica istruzione nel maggio del 2016; raccoglie un nucleo di docenti friulani che hanno ereditato gli insegnamenti dell'architetto e designer udinese Ferruccio Montanari e che, come il maestro, si sono affermati in Italia e all'estero. Del corpo docente hanno fatto parte anche noti artisti tra cui Celiberti, Borta, Venuto, Cavazzon, Linda e altri. ARC/SSA-MA/fc
 



In Evidenza

I più letti della settimana

  • Covid: Fedriga, ordinanza ultimo sforzo Fvg. Governo vaccini come GB

  • Casa: Fedriga, ordinanza Tribunale Udine discrimina cittadini italiani

  • Porto vecchio: Fedriga, accordo fondamentale per attrarre investimenti

  • Sicurezza: Roberti, necessario far luce su contatti passeur-terroristi

  • Covid: Bini, da 18/3 ristori da 500 a 10mila euro ad attività in crisi

  • Vaccini: Fedriga, certezze su dosi e tempi

Torna su
TriestePrima è in caricamento