Mercoledì, 23 Giugno 2021
Notizie dalla giunta

Demanio marittimo: Callari, pronti a tutelare economia del settore

Trieste, 30 gen - "Abbiamo chiesto al Governo passi decisi e azioni tempestive sulla partita delle concessioni demaniali: è necessario risolvere la situazione di stallo determinata dalla sentenza del Consiglio di Stato e dalla nota della Procura di Genova inviata alle pubbliche amministrazioni in cui si paventa il rischio di incorrere in sanzioni amministrative nel caso di proroga automatica delle concessioni".

Lo ha detto l'assessore regionale al Demanio Sebastiano Callari, ricordando oggi in Consiglio regionale che "l'Amministrazione regionale ha già previsto nel Documento di economia e finanza regionale (Defr) 2020 e nella relativa nota di aggiornamento, di fissare la scadenza delle concessioni al dicembre 2033".

"Il nostro obiettivo - ha proseguito l'assessore - è quello di dare continuità agli investimenti del settore e fornire garanzie agli operatori economici che lavorano in un comparto rilevante per l'intera economia del Friuli Venezia Giulia e non solo per il settore turistico".

"Nell'ultima riunione della Conferenza Stato-Regioni - ha spiegato l'assessore Callari - abbiamo ricevuto assicurazioni da parte del Governo circa l'attivazione di tavoli bilaterali con l'Europa finalizzati a dirimere i dubbi e le incertezze interpretative. Qualora non si giungesse in tempi ragionevoli a una soluzione del problema, siamo pronti a intervenire a livello legislativo con norme di riordino delle concessioni demaniali, pur consapevoli che potrebbero essere oggetto di impugnativa da parte dello Stato, ma determinati a utilizzare ogni strumento capace di superare l'attuale fase di stallo". ARC/CCA/pph



Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Demanio marittimo: Callari, pronti a tutelare economia del settore

TriestePrima è in caricamento