Notizie dalla giunta

Demografia: Rosolen, via a nuovi corsi per Comuni Amici della Famiglia

Udine, 25 lug - "Il Friuli Venezia Giulia sta lavorando per diventare un territorio amico della famiglia. Possiamo diventare un luogo in cui nuove famiglie scelgono di svilupparsi e condurre i propri progetti di crescita. Per questo serve un welfare territoriale e in questa prospettiva si inserisce la presentazione odierna della seconda fase del progetto di formazione rivolto a costruire il network dei Comuni Amici della Famiglia".

È questa la premessa con cui l'assessore regionale al Lavoro, formazione, istruzione, ricerca, università e famiglia Alessia Rosolen, ha aperto il seminario online con cui la Regione si è rivolta a Comuni, terzo settore, imprese e associazioni che operano nel sociale, per promuovere la seconda edizione del corso formativo per manager comunali della famiglia (Municipality Family Manager).

"La promulgazione della Legge regionale Famiglia non conclude un percorso politico, che necessita ancora dell'apporto di tutti - ha ribadito Rosolen -; la famiglia è stata posta al centro dell'agenda politica regionale come ha voluto il nostro governatore Fedriga ed è un tema che si svilupperà e darà risposte solo se tutti, enti locali, sistema sanitario, forze sociali, terzo settore, enti di categoria, privati e sistema produttivo daranno, ciascuno per la propria parte, una risposta". "Nasce da questo presupposto la collaborazione con la Provincia autonoma di Trento, promotrice del 'Network nazionale dei Comuni amici della famiglia', che mette a disposizione la metodologia del new public family management e un know-how specialistico", ha evidenziato Rosolen.

"Il primo percorso formativo ha visto la partecipazione di 13 Comuni, da cui possiamo partire per costruire politiche di sistema da estendere a tutto il territorio anche in collaborazione con Anci", ha rilevato l'assessore. I Comuni coinvolti sono stati Venzone, Budoia, Fiume Veneto, Fontanafredda, Forni Avoltri, Forni d Sopra, Lignano Sabbiadoro, Majano, Mortegliano, Pasiano di Pordenone, Resia, Sacile, Pordenone.

Con il secondo corso si vuole "attivare il maggior numero di Centri famiglia e infopoint, aderire alla rete nazionale Comuni amici della famiglia e aiutare i comuni ad approvare un Piano comunale famiglia e conseguire la certificazione", ha spiegato ancora l'assessore. Il corso si svolgerà nella sede della Regione a Udine il 12 e 20 settembre e il 18 ottobre per 20 ore complessive di formazione.

Nell'ambito del sistema famiglia, la Regione ha agito sul sistema servizi 0-6 anni raggiungendo 32.027 minori in 821 strutture con un impiego di risorse regionali per oltre 10,7 milioni di euro. Per azzerare le rette dei servizi prima infanzia la Regione ha poi destinato 25 milioni di euro nell'anno 2022/23, a cui hanno potuto accedere 6170 famiglie con Isee fino a 50mila euro, garantendo il 37,38% di copertura di posti sulla popolazione 3-36 mesi (obiettivo Ue è il 33%, la media nazionale di copertura è del 26,9%). Nell'ultimo anno sono state attivate, inoltre, le misure di Dote Scuola, Dote Famiglia e Bonus psicologo studenti. Il seminario ha ospitato gli interventi, tra gli altri, del presidente dell'Anci Dorino Favot, del dirigente generale Agenzia per la coesione sociale della Provincia autonoma di Trento, Luciano Malfer, della presidente Elfac (European large family confederation) Regina Maroncelli e del direttore generale Elfac, Raul Sancez, e dei rappresentanti dei Comuni di Forni di Sopra, Fiume Veneto e Lignano Sabbiadoro. ARC/SSA/pph



In Evidenza

Potrebbe interessarti

Demografia: Rosolen, via a nuovi corsi per Comuni Amici della Famiglia
TriestePrima è in caricamento