Notizie dalla giunta

Digitale: Callari, alleanza Triveneto sia nuova locomotiva di sviluppo



Venezia, 27 giu - "Mettendo insieme le potenzialità del governo digitale il Triveneto può riscoprire il suo ruolo di locomotiva del Paese".

E' la tesi espressa dall'assessore del Friuli Venezia Giulia alla Funzione pubblica, Semplificazione e Sistemi informativi Sebastiano Callari al convegno Digital Impact - Venezia Edition organizzato da Open Gate Italia e Amazon Web Services all'Università Ca' Foscari di Venezia alla presenza di esperti del settore, amministratori pubblici e operatori privati. La Regione Veneto è intervenuta con il vicepresidente Gianluca Forcolin.

"Il ruolo decisivo del digitale per il governo del territorio - a giudizio di Callari - è rimasto troppo nella penombra: non si governa nel futuro senza il controllo digitale. Per dare vita a questa nuova alleanza triveneta - ha rilevato Callari - dobbiamo immaginare di attingere a un sistema cloud ibrido cui concorrano pubblico e privato che da un lato metta insieme il grande patrimonio di dati che abbiamo a disposizione, dall'altro si avvalga di un partner del mondo delle imprese che ci aiuti a sfruttare questi dati". Secondo l'assessore ai Sistemi informativi, "in questa strategia la società in house della Regione Friuli Venezia Giulia Insiel avrà un ruolo importante, trasformandosi da mero fornitore di servizi a partner strategico". Entro tale disegno, "il prossimo cda di Insiel avrà al suo interno il presidente di Confindustria, un rappresentante degli Enti locali e un grande esperto di telemedicina, pensando al ruolo centrale della sanità".

Dal convegno, imperniato sulla relazione del presidente di I-com Stefano Da Empoli, è emerso che già oggi il Friuli Venezia Giulia detiene il primato della Regione d'Italia con il maggior uso di cloud computing da parte delle imprese e che si trova ai primi posti della classifica che misura il ricorso all'e-government. "Fa piacere essere leader in Italia nel processo di transizione digitale - ha detto Callari - ma non ci fermiamo qui. Siamo d'accordo di rivederci a breve con il vicepresidente Forcolin per portare avanti una forte collaborazione". Obiettivo del Friuli Venezia Giulia è "fare del digitale lo strumento per aumentare il Pil" e questo può avvenire con vari processi. Le proiezioni di Da Empoli calcolano che un'applicazione integrale del cloud computing permetterebbe al Friuli Venezia Giulia di incrementare il valore aggiunto pari a circa ?540 milioni (l'1,4% del PIL della regione). Tuttavia la funzione del digitale è anche quella di semplificare, sempre a vantaggio delle imprese che producono ricchezza. Callari ha annunciato a tale proposito che già ora "la Regione sta lavorando al progetto di uno Sportello unico dei servizi che possa tagliare le file e ridurre la burocrazia a vantaggio delle imprese".

ARC/PPH/ppd



Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Digitale: Callari, alleanza Triveneto sia nuova locomotiva di sviluppo

TriestePrima è in caricamento