rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Notizie dalla giunta

Diritto allo studio: Rosolen, in Fvg c'è stato cambio di passo (1)

Trieste, 4 nov - "Dal 2018 a oggi il diritto allo studio in Friuli Venezia Giulia, unica Regione d'Italia a gestirlo attualmente con un solo soggetto, l'Ardis, ha fatto segnare un cambio di passo importante, con interventi incisivi a favore dei 164mila studenti di ogni livello e garantendo il percorso di tutti gli studenti meritevoli e di coloro che rientrano nelle fasce di reddito Isee previste". Lo ha affermato l'assessore regionale all'Istruzione e Università Alessia Rosolen presentando a Trieste nel Palazzo della Regione un bilancio generale sugli interventi in materia, insieme al direttore di Ardis (Agenzia regionale per il diritto allo studio) Pierpaolo Olla e al direttore di servizio dell'Agenzia Patrizia Pavatti. "Alla diminuzione di beneficiari, legata al calo demografico - ha spiegato Rosolen -, non ha fatto seguito un calo di risorse: il cento per cento degli universitari aventi diritto è stato esaudito, le borse di studio sono salite dai 18,2 milioni del 2018 ai 19,6 milioni di 2020 e i servizi a supporto di tutti gli studenti di ogni ordine e grado sono stati ampliati". Rosolen ha evidenziato che il bilancio complessivo di 33 milioni di Ardis non esaurisce le altre misure regionali per l'edilizia scolastica e universitaria, sui piani dell'offerta formativa che supportano il sistema scolastico e legate al Fondo sociale europeo che intervengono su dottorati di ricerca e master. (1-SEGUE) ARC/PPH/ep


In Evidenza

Potrebbe interessarti

Diritto allo studio: Rosolen, in Fvg c'è stato cambio di passo (1)

TriestePrima è in caricamento