rotate-mobile
Notizie dalla giunta

Disabilità: La Pannocchia valido esempio integrazione socio-sanitaria

Tra i progetti la creazione della prima struttura per anziani con disabilità del Fvg

Codroipo, 19 mar - Realtà come "La Pannocchia" sono esempio di eccellenza di come si possa, e si debba, integrare la parte sociale con quella sanitaria. La Regione non ha mai fatto mancare il suo appoggio e sarà concretamente presente anche per il progetto finalizzato alla creazione di una struttura residenziale per persone anziane con disabilità che, al momento, non esiste in Friuli Venezia Giulia. Per il progetto saranno messi a disposizione 500mila euro. Sarà finanziato anche un volume che ricorderà i coniugi Lisetta e Claudio Gremese, fondatori de "La Pannocchia".

Questi alcuni dei concetti espressi dal Vicegovernatore con delega alla Salute del Friuli Venezia Giulia che stamani è intervenuto a Codroipo all'assemblea dell'associazione "La Pannocchia" per l'approvazione del bilancio consuntivo 2022, di quello di previsione del 2023 e per il rinnovo del direttivo dell'importante realtà del Terzo settore, attiva da più di vent'anni. Presenti anche diversi primi cittadini dei Comuni della zona.

Nel ringraziare soci, operatori e volontari, l'esponente dell'Esecutivo ha confermato l'appoggio della Regione a "La Pannocchia" anche per le progettualità che mette in campo con costanza per favorire l'integrazione, la formazione e l'educazione delle persone con disabilità che segue grazie a diversi tipi di esperienze attivate negli anni: quella residenziale, con 12 posti letto, quella attinente il centro diurno, aperto dalle 8 alle 16 con attività di laboratorio e animazione mirate, quella di "sollievo", facendosi - carico per un periodo - delle persone con disabilità, e quella dei "gruppo appartamento" con 4 ospiti seguiti da un operatore che sperimentano la possibilità di vivere il più possibile in autonomia. Per il "gruppo appartamento" tra breve sarà attivo un nuovo sito, grazie alla donazione dei coniugi Gremese.

Il direttivo dell'associazione, una realtà che opera in convenzione con l'Azienda sanitaria universitaria Friuli centrale, è stato rinnovato con la sostanziale conferma dei suoi membri e l'ingresso di alcune nuove leve; si riunirà in un momento successivo per eleggere il nuovo presidente o confermare quello in carica.

Tra le progettualità inserite nella programmazione per il 2023, oltre alla normale attività, come quella legata ai laboratori, che spaziano dalla ceramica alla fotografia, dal disegno ad altre attività creative, "La Pannocchia" programma altri tipi di iniziative di respiro più ampio, in accordo con le famiglie, gli operatori e lo staff dirigenziale. Tutte mirano a integrare gli ospiti con il territorio, offrendo loro sempre nuove occasioni di crescita - attività nella natura, nell'orto, teatrali, di conoscenza del territorio -.

Per il 2023 la proposta a cui si guarda è quella di avvicinamento agli animali, grazie a una collaborazione con un'associazione che opera con gli amici a quattro zampe, in partenariato con l'Associazione comunità del Melograno di Pradamano. ARC/PT/al



In Evidenza

Potrebbe interessarti

Disabilità: La Pannocchia valido esempio integrazione socio-sanitaria

TriestePrima è in caricamento