Notizie dalla giunta

Dragaggi: Scoccimarro, opere terminate con 3,5mln di fondi regionali

Udine, 30 ott - "Le opere di dragaggio dell'accesso a Porto Nogaro sono state eseguite tra l'estate e l'autunno di quest'anno riportando il fondale a 7,5 metri per una larghezza di 35 metri laddove i sedimenti avevano ridotto il pescaggio delle navi. Ciò è stato possibile grazie all'impegno della Regione a superare le problematiche connesse agli iter autorizzativi e coinvolgendo tutti i soggetti attori per un miglior coordinamento che accelerasse le procedure. Un investimento che ha richiesto l'impiego di quasi 3,5 milioni di risorse regionali". Questo in sintesi quanto ha riferito l'assessore regionale alla Difesa dell'ambiente, energia e sviluppo sostenibile Fabio Scoccimarro all'esito dell'incontro svolto stamattina, nella sede della Regione a Udine, con i terminalisti di Porto Nogaro per fare il punto della situazione sui lavori di dragaggio nel tratto di mare prospiciente la bocca lagunare di porto Buso, corrispondente con il tratto di canale di "atterraggio a mare" del sistema di Porto Nogaro. "L'attenzione per il ripristino delle quote di progetto dei fondali di porto Buso da parte della Regione è stata massima. Il Consiglio e la Giunta regionali hanno messo a disposizione la somma di quasi 3,5 milioni di euro per riscontrare alle necessità emerse e i lavori sono giunti a completamento" ha detto ancora Scoccimarro. La revisione dell'ordinanza di navigazione da parte della Capitaneria di Porto (presente all'incontro) è ora assoggettata alle verifiche batimetriche lungo l'intero percorso da porto Margaret a porto Buso secondo le specifiche indicate dalla stessa Capitaneria. Le verifiche si concluderanno nelle prossime settimane. "A quel punto - ha riferito l'assessore - la Capitaneria potrà procedere con l'aggiornamento dell'ordinanza per consentire l'ingresso al porto delle navi con un pescaggio superiore a quello attuale di 5,5 metri". ARC/SSA

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dragaggi: Scoccimarro, opere terminate con 3,5mln di fondi regionali
TriestePrima è in caricamento