ECOFLASH:GRECIA, DUBBI CREDITORI SU ALTERNATIVE VENDITA RETE ELETTRICA

Udine, 20 ott - I creditori della Grecia hanno sollevato dubbi e obiezioni sul piano del Governo che mira a evitare la privatizzazione del gestore della rete elettrica Admie e offre soluzioni alternative per il reperimento delle risorse energetiche.

Come scrive Ekathimerini, la Grecia, nell'ambito del più recente piano di salvataggio concordato con l'Unione Europea e il Fondo Monetario Internazionale (FMI), si è impegnata ad avviare la vendita del 66 per cento di Admie entro il mese, o a trovare vie alternative per l'apertura del mercato elettrico.

Il Governo Greco ha espresso l'intenzione di scorporare la compagnia di gestione, aprendo i servizi alla concorrenza pur mantenendo pubblica la proprietà dell'infrastruttura. Al momento né il governo della Grecia né i creditori hanno valutato l'impatto del provvedimento.

Complessivamente, il piano di privatizzazione perseguito negli ultimi anni dalla Grecia non ha portato risultati concreti, a causa di ostacoli di varia natura che hanno ridotto le entrate dai 50 miliardi di euro previsti entro la fine del 2015 a 4 miliardi di euro.

ARC/Netzapping/CM



In Evidenza

I più letti della settimana

  • Banda ultralarga: Fedriga, soddisfazione per completamento rete Fttx

  • Enti locali: Roberti, condividere iter di riforma tributi immobiliari

  • Attività produttive: Bini, 1 mln a Pmi per investimenti tecnologici

  • Vaccini: Fedriga-Riccardi, da domani prenotazioni anche via web

  • Vaccini: Riccardi, Tolmezzo terza in Asufc per prime dosi a over 80

Torna su
TriestePrima è in caricamento