ECOFLASH: RUSSIA, IN CALO LA CLIENTELA DEI RISTORANTI

Udine, 7 dic - In Russia il 34 per cento della popolazione ha cominciato a risparmiare sulla spesa nei ristoranti, mentre il 29 per cento ha rinunciato a frequentarli. Sono le conclusioni di uno studio dell'agenzia Romir, basate su un sondaggio effettuato a livello nazionale sul cambiamento dei prezzi dei principali beni e servizi nel 2015.

Come segnala l'Ice-Agenzia per la promozione all'estero e l'internazionalizzazione delle imprese italiane, il 32 per cento degli intervistati ritiene che i ristoratori abbiano aumentato il prezzo del menù di oltre il 30 per cento. Il 25 per cento valuta che il prezzo sia levitato del 40 per cento. Il restante 43 per cento non ha notato cambiamenti.

Riguardo alle abitudini dei consumatori, il 37 per cento continua a frequentare normalmente i ristoranti, nonostante il rincaro dei prezzi. Nel sondaggio sono state coinvolte 1.500 persone di età superiore a 18 anni.

ARC/Netzapping/CM



In Evidenza

I più letti della settimana

  • Scuola: Rosolen, con zona arancione in aula le medie e 50% superiori

  • Vaccini: Riccardi, in due ore quasi 10mila prenotazioni tra 60-69 anni

  • Vaccinazioni: Riccardi, superate le 22mila adesioni nella fascia 60-69

  • Vaccini: Riccardi, 13/4 agende aperte per inoculazioni palestra Sacile

  • Semplificazione: Callari, ddl snellirà procedimento amministrativo

Torna su
TriestePrima è in caricamento