ECOFLASH: SERBIA, RIPRENDERÀ PRIVATIZZAZIONE AEROPORTI

Udine, 21 set - Tra la fine dell'anno e l'inizio del 2016 il Governo della Serbia riavvierà  il processo di privatizzazione dei principali scali aeroportuali. Lo riferisce Balkans.com riprendendo quanto dichiarato dal ministro per le Costruzioni, i Trasporti e le Infrastrutture serbo Zorana Mihajlovic.

Il ministro serbo ha annunciato che, per definire il modello di privatizzazione, il Governo selezionerà un'azienda di consulenza che dovrà vantare un'esperienza e il riconoscimento internazionale nel settore.

La quota di proprietà degli aeroporti che al momento appartiene allo Stato sarà offerta a investitori esteri con un'asta internazionale.

Il Governo Serbo ha deciso di procedere alla privatizzazione degli aeroporti dopo avere tentato invano di creare un operatore unico di proprietà statale per la gestione degli scali.

Secondo l'ambasciatrice francese in Serbia Christine Moro, una compagnia d'oltralpe ha già manifestato interesse a partecipare alla privatizzazione del principale Aeroporto del Paese, il Nikola Tesla di Belgrado sul quale, in precedenza, si era acceso l'interesse di un'altra azienda francese che aveva già firmato un'intesa con il Governo Serbo per lo sviluppo di progetti congiunti nello scalo.

ARC/Netzapping/CM



In Evidenza

I più letti della settimana

  • Riaperture: Fedriga, da Regioni ok a linee guida

  • Pnrr: Rosolen, così cambiano scuola, formazione e lavoro post Covid

  • Finanze: Zilli, investimento Friulia in Bic è strategico e crea volano

  • Lavoro: Rosolen, domicilio fiscale per modulare incentivi assunzioni

  • Friulano: Roberti, pressing su Governo per più friulano in Rai

Torna su
TriestePrima è in caricamento