Notizie dalla giunta

Economia: Bini, Friulia con Pmi per consolidamento e crescita

San Giorgio di Nogaro, 18 mag - Visita dell'assessore regionale alle Attività produttive, Sergio Emidio Bini, e della Presidente di Friulia, Federica Seganti, alla 'Ca' D'oro' di San Giorgio di Nogaro, azienda specializzata nella lavorazione e commercializzazione del marmo e del granito, che ha recentemente ottenuto un intervento finanziario da parte di Friulia per l'espansione commerciale e ora occupa una cinquantina di dipendenti nella sede friulana e oltre una decina di collaboratori in varie parti del mondo. "Ca' D'oro è un esempio di capacità imprenditoriale e di una realtà che sa guardare al futuro proiettandosi in una dimensione internazionale destinata a consolidare gli obiettivi e al rafforzamento, a vantaggio dell'economia del territorio e del mondo del lavoro. Una realtà che sa crescere e si distingue lungo un percorso che non poteva non essere supportato in questi anni dalla Regione, per collocarsi in un tessuto economico produttivo che ha saputo cogliere il cambiamento, facendo dello sviluppo e dell'innovazione i paradigmi della crescita". È stato questo il commento dell'assessore Bini, a conclusione dell'incontro con il titolare, Pietro Andreola, e della visita allo stabilimento. Dopo l'ingresso della Friulia in Ca' D'oro, che, come ha commentato la presidente Seganti, è consistito non soltanto in un investimento finalizzato all'aumento di capitale e nello sviluppo della parte commerciale rivolto ai mercati del mondo, ma anche nell'affiancamento di tecnici della società partecipata della Regione per la consulenza nell'innovazione e il rilancio, nei primi quattro mesi del 2021 l'azienda friulana ha registrato un aumento del volume d'affari del 30 per cento rispetto allo stesso periodo del 2019. Un dato che, sempre per Ca' D'oro, è aumentato nello stesso periodo del 50 per cento rispetto al primo quadrimestre del 2020. "Si tratta di risultati importanti", ha aggiunto Bini. Derivano, secondo l'azienda anche dalle vendite del periodo nei settori dell'edilizia e dell'arredamento, aumentate in conseguenza della ripartenza ma anche dei bonus fiscali, e coronano i risultati del 2020, anno che si era chiuso con un fatturato di 24,7 milioni di euro. Bini ha poi precisato che "Friulia, stando anche alle indicazioni della Regione, non solo interviene finanziariamente, ma accompagna le imprese anche nel processo di innovazione, crescita, ricerca dei mercati. Questo, nella consapevolezza che il tessuto economico-produttivo del Friuli Venezia Giulia è costituito per la maggior parte da piccole e medie imprese: esse hanno bisogno di essere accompagnate e assecondate nel cammino oltre la crisi e verso la ripresa, per poter puntare a nuovi mercati e a prospettive di espansione". "I processi di crescita - ha soggiunto Bini - variano infatti a seconda del periodo che si sta vivendo e del mutare degli scenari dei mercati e delle attese della società, che sono in continuo cambiamento: per questo le imprese vanno sostenute nell'individuazione di un nuovo cammino destinato a portare, com'è avvenuto a Ca' D'oro, a un consolidamento accompagnato dalla crescita". "In questo - ha concluso l'assessore - Friulia è uno degli strumenti più efficaci della Regione e ha dimostrato di saper operare in modo concreto e a vantaggio degli imprenditori e dell'economia del Friuli Venezia Giulia". ARC/CM/pph


Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Economia: Bini, Friulia con Pmi per consolidamento e crescita

TriestePrima è in caricamento