ECONOMIA: BOLZONELLO, 2016 ANNO RICCO OCCASIONI PER IMPRESE FVG

Udine, 9 dic - "Ritengo che il 2016 potrà veramente vedere il consolidarsi di una serie di segnali positivi per il sistema economico del Friuli Venezia Giulia e penso che sarà un anno ricchissimo di occasioni da cogliere". Lo ha sottolineato il vicepresidente della Regione e assessore alle Attività produttive Sergio Bolzonello intervenendo al convegno Top 500-Udine, organizzato nell'Auditorium della Regione da Messaggero Veneto e PwC, in collaborazione con Fondazione Nord Est e collegato alla pubblicazione del supplemento di Nordest Economia dedicato alle performances delle prime 500 aziende dell'estremo Nord Est.

"Un appuntamento non banale e su cui giustamente il Messaggero Veneto ha inteso puntare" ha commentato Bolzonello a proposito dell'evento i cui temi sul tappeto del confronto erano la solidità della crescita, accertata dai dati positivi del Prodotto Interno Lordo (PIL); il ruolo del sistema pubblico nel sostenere la crescita; la necessità che le imprese investano in innovazione e risorse umane; il modello di internazionalizzazione per poter allargare le esportazioni a mercati emergenti; il destino dei consumi interni che non hanno ancora risalito la china; la sinergia tra piccole e medie imprese e colossi industriali; la successione generazionale all'interno delle aziende.

"I risultati della ricerca confermano che la nostra economia, sia pure in una situazione generale che presenta una serie di problematicità, sta dimostrando non solo dei segnali positivi ma ha nel suo insieme una positività assolutamente da non sottovalutare" ha affermato Bolzonello. "Per questo - ha proseguito il vicepresidente - la presentazione delle Top 500 arriva in un momento strategico: la Regione, infatti, ha chiuso la Strategia di specializzazione intelligente (S3), la Programmazione europea e ha praticamente pronti tutti i Regolamenti dei Bandi della legge cosiddetta Rilancimpresa FVG".

Si tratta di un pacchetto di azioni concrete, quello che l'Amministrazione regionale sta mettendo a punto, "pronte da mettere a disposizione del nostro sistema imprenditoriale". "Constatare dunque i dati positivi della ricerca ci fa pensare che siamo sulla strada giusta", ha osservato Bolzonello, rivendicando anche il fatto che le scelte "sono state fatte tutte insieme con il sistema economico del Friuli Venezia Giulia: a monte c'è stato un ragionamento complessivo di sistema, un processo che ci ha portati ad ascoltare le proposte delle categorie e di tanti imprenditori che ci hanno fornito ritorni decisivi per poi strutturare l'impianto delle misure a sostegno del rilancio".

Bolzonello ha citato il caso del Bando sul settore dell'Elettrodomestico. "Per la prima volta si è aperto un Bando e le procedure si sono chiuse in 100 giorni esatti: queste sono le riforme che mettono i nostri imprenditori nelle condizioni di essere competitivi", ha aggiunto.

Il vicepresidente ha ribadito ancora una volta "che la Regione Friuli Venezia Giulia non è controparte, ma parte del sistema imprenditoriale: sappiamo che dobbiamo accompagnare e confrontarci con le aziende, non imporre loro qualcosa. Così speriamo di costruire un futuro solido per l'economia del Friuli Venezia Giulia".

E prevedendo un "2016 dove si consolideranno una serie di segnali positivi, ricchissimo di occasioni da cogliere", il vicepresidente ha aggiunto: "sono occasioni da cogliere guardandoci negli occhi. Sul sistema dei consorzi, dei cluster e su altre questioni aperte non possiamo più tornare indietro. Le riforme in piedi sono da portare avanti, senza tentennamenti".

Dopo l'intervento del presidente del Consiglio regionale Franco Iacop e l'introduzione di Cristina Landro (PwC), i lavori del convegno sono proseguiti con l'illustrazione della ricerca da parte di Gianluca Toschi (Fondazione Nord Est) e con un intervento di Nicola Anzivino (PwC) sui percorsi di sviluppo e investimento per le aziende del Nord Est.

Il direttore del Messaggero Veneto Tommaso Cerno ha poi intervistato Matteo Tonon e Michelangelo Agrusti, presidenti di Confindustria Udine e Unindustria Pordenone, moderando poi la tavola rotonda con Stefano Core (Valcucine), Alberto Zanata (Electrolux Professional), Cristina Nonino (Distillerie Nonino) e Roberto Siagri (Eurotech).

ARC/EP/FC



In Evidenza

I più letti della settimana

  • Vaccini: Riccardi, 13/4 agende aperte per inoculazioni palestra Sacile

  • Protezione civile: Zilli a trentesimo fondazione gruppo di Mortegliano

  • Enti locali: Roberti, condividere iter di riforma tributi immobiliari

  • Banda ultralarga: Fedriga, soddisfazione per completamento rete Fttx

  • Attività produttive: Bini, 1 mln a Pmi per investimenti tecnologici

Torna su
TriestePrima è in caricamento