ECONOMIA: BOLZONELLO VISITA AZIENDA BIOFARMA

Mereto di Tomba (UD), 19 gen - Il vicepresidente del Friuli Venezia Giulia e assessore regionale alle Attività produttive Sergio Bolzonello ha visitato oggi Biofarma S.p.A., Azienda che produce cosmetici, integratori alimentari e dispositivi medici per conto terzi dal 1987. Ad accompagnarlo nella visita, Germano Scarpa, presidente di Biofarma.

"Si tratta di un esempio significativo del nostro territorio - ha detto il vicepresidente - per un'Azienda che tra qualche giorno festeggerà i 29 anni di attività. Un'Azienda che ha saputo crescere e trasformarsi da realtà di dimensioni piccole fino a diventare una Società capace di dare lavoro a 350 persone".

Per Bolzonello, Biofarma rappresenta uno dei casi delle nostre piccole e medie imprese friulane che riescono a raggiungere risultati e dimensioni importanti grazie alla capacità di reinvestire i propri utili in azienda e ad anticipare gli investimenti rispetto ai competitor  per acquisire nuovi spazi di mercato.

Un successo arrivato grazie agli investimenti materiali e immateriali, puntando sulla tecnologia, sulla professionalità "senza dimenticare il territorio di riferimento e guardando anche a un mercato mondiale" ha affermato Bolzonello.

A oggi, Biofarma opera per il 40 per cento sul mercato estero, America ed Europa, ma si sta orientando su quello Medio Orientale. Nel 2015 ha registrato un fatturato di 67 milioni di euro.

L'Azienda ha un laboratorio dedicato con 20 persone impegnate nei campi della ricerca e dello sviluppo e, come è stato spiegato nel corso dell'incontro, l'impresa è cresciuta sia nelle tecnologie produttive sia nella tipologia della produzione, affiancando a quella tradizionale (cosmetici, integratori alimentari, dispositivi medici) i probiotici.

ARC/LP/RM



In Evidenza

I più letti della settimana

  • Università: Rosolen, circa 450mila euro per studenti in affitto 2020

  • Covid: Riccardi, c'è attenzione su crescita casi positività in Fvg

  • Salute: Riccardi, con odontoiatria a Monfalcone più risposte

Torna su
TriestePrima è in caricamento