rotate-mobile
Notizie dalla giunta

Economia:Fvg ha ruolo strategico e promuove nuove opportunità crescita



Udine, 3 mar - La situazione internazionale condiziona lo sviluppo economico anche del Friuli Venezia Giulia; eppure, in questo contesto, si creano delle opportunità per la regione che può svolgere un ruolo utile con il quale favorire nuove opportunità economiche oltre che fungere da raccordo con alcuni Paesi dell'Est e Balcanici per l'ancoraggio da dare loro con le democrazie occidentali utilizzando la storia del nostro territorio e la capacità nel tessere rapporti per favorire un nuovo approccio e nuove relazioni con quelle aree geografiche.

E' in sintesi il concetto espresso dal Governatore del Friuli Venezia Giulia che ha portato un indirizzo di saluto alla seconda giornata del forum "Open Dialogues for Future", la piattaforma ideata dalla Camera di Commercio di Pordenone-Udine assieme a The European House-Ambrosetti, con dibattiti incentrati sulle dinamiche geopolitiche e geoeconomiche innescate dal conflitto in Ucraina. Sul palco esperti, professori, diplomatici, esponenti delle istituzioni.

Il Governatore, nell'esprimere soddisfazione per un'iniziativa di spessore che viene ospitata in regione contribuendo a riconoscerne il ruolo strategico in relazione alla situazione geopolitica internazionale, ha sottolineato come nonostante l'incertezza del periodo e il rischio per le tensioni internazionali, il Friuli Venezia Giulia abbia tenuto in termini di export con una crescita delle esportazioni superiore alla media nazionale e a quella del Nordest.

In questo contesto, il Governatore ha ribadito la necessità di continuare a lavorare con un sistema regionale che si muove insieme con tutte le sue componenti (imprese, istituzioni, mondo del lavoro, rappresentanza sociale).

Il capo dell'Esecutivo ha inoltre posto l'attenzione anche sull'importanza della responsabilità e della consapevolezza delle decisioni politiche che vengono adottate, lavorando su azioni di lungo periodo per indirizzare le scelte strategiche che si devono basare sulla loro fattibilità, per evitare di incagliarsi nell'ideologia. E' necessario, quindi, lavorare sulla programmazione, su una politica capace di dare continuità alle scelte, indipendentemente dai governi che si susseguono, mantenendo una coerenza negli anni per evitare di dover ricominciare sempre da capo, superando la logica de "l'ho fatto io" a favore di quella che guarda al raggiungimento del risultato. ARC/LP/al



In Evidenza

Potrebbe interessarti

Economia:Fvg ha ruolo strategico e promuove nuove opportunità crescita

TriestePrima è in caricamento