Domenica, 17 Ottobre 2021
Notizie dalla giunta

Economia: programmazione annuale bandi, Regione anticipa Ue



San Vito al Tagliamento, 6 ott - La necessità di semplificazione attuata con la legge SviluppoImpresa sta continuando a prendere corpo; la Regione è impegnata, infatti, nella programmazione annuale dei calendari dei bandi. Un metodo per agevolare e guidare le attività delle imprese che rientra nel pacchetto regionale della modernizzazione e ne anticipa l'obbligo nei regolamenti comunitari previsti per la prossima programmazione. La Regione è dunque anticipatrice di queste linee guida.

E' una delle novità di cui ha dato conto l'assessore regionale alle Attività Produttive e Turismo durante il primo dei sei incontri 'conoscere per competere' organizzati dall'Agenzia Lavoro & SviluppoImpresa con la direzione centrale delle Attività produttive a cui hanno partecipato anche i vertici del consorzio Ponterosso Tagliamento e di Confindustria Alto Adriatico.

Si tratta di sei occasioni di informazione e formazione per le imprese che l'Amministrazione regionale ha voluto attuare nei Consorzi di sviluppo economico locale. Quello odierno è stato ospitato nel consorzio del Ponterosso Tagliamento nella sede del centro Lean experience factory, così da offrire alle imprese di ascoltare direttamente dalla fonte le misure regionali a sostegno delle loro attività. Nel ciclo di incontri saranno toccati tutti i temi dell'accesso al credito al sostegno alle Pmi e alle giovani imprese, fino agli incentivi all'insediamento.

L'esponente della Giunta del Friuli Venezia Giulia ha ripercorso gli step fondamentali messi in campo per ridurre la burocrazia e semplificare i processi, fra questi la costituzione dell'Agenzia Lavoro & SviluppoImpresa nata con il duplice ruolo di accompagnamento delle imprese rispetto alle misure regionali da utilizzare e di promozione di nuovi investimenti sul territorio. Una semplificazione iniziata con la stesura della legge e dei conseguenti regolamenti attuativi, riducendo la burocrazia e introducendo l'autocertificazione che snellisce le procedure.

L'obiettivo, fin dall'inizio della legislatura, secondo l'assessore è stato quello di voler dare un forte cambiamento nell'approccio fra Regione e mondo delle imprese; un cambio di passo che è nato da una fase iniziale di ascolto per capire cosa non funzionava nel rapporto con la Pubblica amministrazione. Fra le criticità sono state rilevate, la mancanza di una struttura unica regionale dedicata alle imprese, la necessità di far maggiormente conoscere gli strumenti che la Regione mette a disposizione del territorio e un'esigenza, sentita dalle imprese, di ridurre la distanza con la Pa.

Snellire le procedure e rendere conoscibile e utilizzabile quello che la Regione mette a disposizione, secondo l'assessore del Friuli Venezia Giulia è possibile e la Regione lo ha dimostrato già nella fase dei ristori semplificando le regole e prevedendo misure più agili per dare risposte alle richieste di contributi. Ne sono un esempio i 70 milioni di euro messi a disposizione durante la fase pandemica agli imprenditori che sono stati distribuiti fra i 30 e i 45 giorni dall'istanza. L'esponente della Giunta ha sottolineato poi le opportunità che abbiamo davanti grazie ai fondi della programmazione comunitaria, del Pnrr, oltre ai fondi regionali. Si tratta di risorse che rappresenteranno un volano fondamentale nel consolidamento della ripresa e della competitività del nostro tessuto produttivo.

In quest'ottica, si è voluto giocare d'anticipo, come ha riferito l'assessore regionale, approvando la nuova legge sull'economia per essere pronti a cogliere le opportunità rendendole concrete il prima possibile. Nel rilevare il ruolo e le politiche portate avanti con successo dai consorzi, l'esponente della Giunta ha poi ribadito la necessità di lavorare con tutti i portatori di interesse per lo sviluppo e la crescita del territorio.

Durante l'incontro sono state illustrate anche le modifiche procedurali che semplificheranno concretamente l'accesso ai contributi. ARC/LP/gg



In Evidenza

Potrebbe interessarti

Economia: programmazione annuale bandi, Regione anticipa Ue

TriestePrima è in caricamento