rotate-mobile
Notizie dalla giunta

ECONOMIA: SERRACCHIANI, ENTI CAMERALI ALL'ESTERO PUNTO DI RIFERIMENTO

Trieste, 26 ott - "Non basta accompagnare gli imprenditori ma occorre creare le condizioni per consentire loro di penetrare i mercati internazionali fornendo dei punti di riferimento: le nostre Camere di Commercio all'estero funzionano al meglio quando fanno questo lavoro". Con queste parole la presidente della Regione Friuli Venezia Giulia Debora Serracchiani è intervenuta alla ventiquattresima convention mondiale delle Camere di Commercio italiane all'estero che si svolge in questi giorni a Trieste.

Nella mattinata di oggi sono intervenuti alla convention anche il presidente di Assocamerestero Leonardo Simonelli, il presidente di Unioncamere FVG Giovanni Pavan, il presidente della Camera di Commercio di Trieste Antonio Paoletti, il sindaco di Trieste Roberto Cosolini e la presidente della Provincia Maria Teresa Bassa Poropat.

Aprendo i lavori dell'incontro dal titolo EXPOrtare: nuovi scenari per il Made in Italy, la presidente ha sottolineato come "in Friuli Venezia Giulia stiamo cercando di accompagnare l'export che finalmente fa registrare un segno positivo dopo un periodo difficile. In maniera determinata, abbiamo creato le condizioni per muoverci come un sistema, garantendo la presenza delle istituzioni nelle iniziative commerciali all'estero che la Regione, insieme alle Camere di Commercio, ha fortemente sostenuto".

"I risultati si sono visti - ha aggiunto Serracchiani - come testimonia il rafforzamento della nostra presenza nei Balcani con protocolli d'intesa che riguardano gli istituti di ricerca ma non solo: con il commissario dell'Autorità Portuale di Trieste abbiamo avviato una collaborazione che consenta allo scalo giuliano di ambire nuovamente al ruolo di riferimento di un'ampia area del Mediterraneo. Per farlo servono alleanze con Regioni e Paesi vicini e nei prossimi mesi auspichiamo di chiudere degli accordi di programma con la Baviera, importanti per la capacità dell'Italia e del Nord Est di intercettare traffici che altrimenti si muoverebbero verso il Nord Europa".

Secondo la presidente "bisogna avere l'ambizione di accettare sfide sempre più complesse e globali e in questo senso la riforma che si sta avviando a livello nazionale è importante per semplificare un sistema che deve essere snello e in grado di modificarsi al suo interno. In questo senso - ha sottolineato Serracchiani - arrivare a un'unica Camera di Commercio regionale è la direzione giusta per intraprendere un'attività più agile e determinata nel cogliere i cambiamenti e anticiparli".

"Siamo in grado di percorrere questa strada e mi auguro che lavoreremo insieme in questa direzione" ha concluso la presidente del Friuli Venezia Giulia. "L'augurio è quello di rafforzare i rapporto con le Camere di Commercio all'estero per accompagnare lo sforzo che si sta operando a livello nazionale per valorizzare il Made in Italy in Europa e nel mondo. Ricominciamo a crescere e il nostro sistema camerale è un elemento fondamentale per tornare a essere un Paese che crede in se stesso".

ARC/RU



In Evidenza

Potrebbe interessarti

ECONOMIA: SERRACCHIANI, ENTI CAMERALI ALL'ESTERO PUNTO DI RIFERIMENTO

TriestePrima è in caricamento