rotate-mobile
Mercoledì, 29 Maggio 2024
Notizie dalla giunta

Edilizia: Amirante, presto nuova legge per i lavori pubblici

L'assessore ha incontrato i vertici regionali dell'Ance: collaborazione fondamentale Pordenone, 15 giu - "La Regione sta ultimando il percorso legislativo che porterà alla nuova legge sui lavori pubblici la quale stabilirà gli ambiti di intervento dell'Amministrazione anche rispetto alle gare d'appalto. Il prossimo 1. luglio entrerà in vigore il nuovo Codice nazionale degli appalti: la normativa regionale, nell'ambito delle proprie competenze, semplificherà il più possibile le procedure in modo da supportare e agevolare le imprese edili e le pubbliche amministrazioni". Lo ha detto l'assessore regionale alle Infrastrutture e Territorio Cristina Amirante questa mattina a Pordenone incontrando i vertici dell'Ance regionale, l'Associazione nazionale dei costruttori edili aderenti a Confindustria. La delegazione era guidata dai presidenti Elvis Santin (Ance Alto Adriatico, raggruppa le imprese di Pordenone, Trieste e Gorizia) e Roberto Contessi (Ance Fvg che comprende le imprese di Udine). Nel confronto con l'esponente della Giunta regionale i rappresentanti delle imprese di costruzioni hanno riconosciuto l'utilità e il buon funzionamento della Piattaforma regionale digitale per gli appalti istituita dalla precedente Amministrazione Fedriga. "Un sistema - ha sottolineato l'assessore - che consente ai Comuni più piccoli, che spesso non trovano le professionalità necessarie, di utilizzare lo strumento messo a disposizione dalla Regione per bandire le gare di appalto per i lavori pubblici assolvendo così a tutti gli obblighi normativi. Stiamo cercando di rendere lo strumento ancora più performante, per questo il contributo di imprese ed enti locali è più che mai prezioso". Stessa collaborazione e confronto sono stati auspicati dall'assessore Amirante anche rispetto alla futura riforma urbanistica sulla quale l'Amministrazione regionale dovrà presto avviare il percorso normativo. "Uno dei temi fondamentali della prossima importante riforma - ha sottolineato l'assessore - è quello legato alla rigenerazione urbana e alla riduzione del consumo di suolo. Cruciale sarà anche il tema dell'economia circolare in edilizia che presuppone un approccio innovativo capace di guardare a nuovi sistemi del costruire, al de-costruire e al riutilizzo dei materiali. Questioni sulle quali - ha ribadito Amirante, augurandosi che il tavolo di confronto possa proseguire nel tempo - il dialogo con imprese ed enti locali sarà fondamentale". ARC/LIS/gg

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Edilizia: Amirante, presto nuova legge per i lavori pubblici

TriestePrima è in caricamento