ELECTROLUX: BOLZONELLO, BENE PER 50 POSTI MA SERVE SFORZO ULTERIORE

Udine, 21 ott - "La Regione Friuli Venezia Giulia ha mantenuto tutti gli impegni stabiliti al Tavolo del 2014. Ma sul fronte dell'occupazione ci attendiamo ulteriori risposte di Electrolux, che comunque ha fatto la sua parte, al fine di ridurre ulteriormente gli esuberi per i prossimi anni a Porcia".

A sostenerlo è stato il vicepresidente della Regione e assessore alle Attività produttive Sergio Bolzonello che oggi a Roma ha partecipato, al Ministero dello Sviluppo Economico (MiSE), al secondo Tavolo di verifica con Electrolux riguardante l'Accordo siglato a maggio dello scorso anno al MiSE.

All'incontro, oltre al ministro Federica Guidi e al sottosegretario al Lavoro Teresa Bellanova erano presenti anche le altre Regioni coinvolte ossia Veneto, Lombardia ed Emilia-Romagna, i sindacati nazionali e locali nonché Electrolux, rappresentata dall'amministratore delegato Ernesto Ferrario e dal direttore delle risorse umane Marco Mondini.

Per quanto riguarda gli stabilimenti di Porcia, Electrolux ha evidenziato come i progetti di investimento previsti dal Piano siano passati da 8 a 13,5 milioni di euro per il 2015. I volumi si attesteranno invece poco sotto il milione di unità. Per quanto riguarda invece l'occupazione, l'Azienda ha annunciato che verranno riassorbite 50 persone grazie a una nuova attività nei settori dei ricambi. Inoltre è in fase di valutazione la reindustrializzazione del sito di Porcia.

Il vicepresidente Bolzonello, nel corso del suo intervento, ha evidenziato che la Regione fino ad ora ha assunto e rispettato tutti gli impegni definiti nell'Accordo del 2014. E lo ha fatto ricordando che c'è stato sostegno alle iniziative di Ricerca e Sviluppo a seguito dell'approvazione della legge regionale Rilancimpresa FVG che dedica una linea contributiva specifica al settore dell'elettrodomestico.

"Abbiamo di recente impegnato - ha detto il vicepresidente - 10 milioni di euro per il settore del bianco, di cui 1,4 milioni per far fede all'Accordo di Programma sottoscritto a maggio dell'anno scorso al MiSE, mentre la parte rimanente è stata destinata al finanziamento di progetti per Ricerca e Sviluppo nel settore dell'elettrodomestico e del suo indotto così come risulta dalla graduatoria appena pubblicata. Riteniamo che questo Cluster sia ancora strategico per la nostra regione, a patto che si punti all'innovazione di prodotto e di processo. Tra i beneficiari delle provvidenze che abbiamo messo a disposizione, risulta esserci anche Electrolux i cui progetti sono stati finanziati con circa 800.000,00 euro per la fabbrica di Porcia e 500.000,00 euro per il Professional di Vallenoncello".

Altro ambito sul quale il vicepresidente ha soffermato l'attenzione è stato quello dell'occupazione. "La Regione - ha detto Bolzonello - sta cercando di dare risposte puntuali e precise su questa vertenza. Registriamo che anche l'Azienda è impegnata sul fronte dell'occupazione, ma siamo ancora preoccupati per la parte degli esuberi. Prendiamo atto con soddisfazione dei numeri che oggi Electrolux ci ha illustrato e che prevedono un riassorbimento di 50 persone. L'auspicio è che il tetto di 150 esuberi possa abbassarsi ulteriormente; su questo versante la Regione sta lavorando anche per favorire le startup, affinché l'avvio di nuove attività possa produrre occupazione. Resta cruciale però la partita legata alla reindustrializzazione del sito, per il quale la Regione giocherà la sua partita con gli strumenti a disposizione. Ci auguriamo che anche l'Azienda prema l'acceleratore su questo versante: significherebbe dare vita a ulteriori nuovi posti di lavoro".

Da parte sua il ministro Guidi ha preso atto che, stando alle indicazioni fornite da Electrolux, il mercato nel settore dell'elettrodomestico si è mosso in senso positivo. Inoltre ha fatto proprie le preoccupazioni delle Regioni che hanno sottoscritto il documento a maggio dello scorso anno, registrando al tempo stesso un consolidamento dei loro sforzi affinché l'azione collettiva porti a risultati positivi.

"Non siamo all'inizio né alla fine del percorso - ha sottolineato il ministro - ma ci sono indicatori dai quali capiamo di essere sulla strada giusta. Il monitoraggio periodico serve anche a questo". A tal proposito è stato stabilito che il prossimo incontro di verifica si terrà al MiSE tra febbraio e marzo del 2016.

ARC/Com/EP



In Evidenza

I più letti della settimana

  • Scuola: Rosolen, con zona arancione in aula le medie e 50% superiori

  • Vaccini: Riccardi, in due ore quasi 10mila prenotazioni tra 60-69 anni

  • Vaccinazioni: Riccardi, superate le 22mila adesioni nella fascia 60-69

  • Vaccini: Riccardi, 13/4 agende aperte per inoculazioni palestra Sacile

  • Covid: Riccardi, confermato supporto sistema Tpl per rientro a scuola

Torna su
TriestePrima è in caricamento