Notizie dalla giunta

ENERGIA: VITO, A UNIONCAMERE CONTRIBUTI PER SISTEMI GESTIONE PMI

Trieste, 18 novembre - La Giunta regionale del Friuli Venezia Giulia ha approvato, su proposta dell'assessore all'Ambiente e all'Energia Sara Vito, la modifica allo schema di convenzione inerente la delega di funzioni per la gestione dei contributi finalizzati alla realizzazione di diagnosi energetiche nelle Piccole e Medie Imprese (PMI) o l'adozione, nelle stesse, di sistemi di gestione dell'energia conformi alle norme ISO 50001 e ha dato mandato all'assessore di stipulare la convenzione con l'Unione regionale delle Camere di commercio del Friuli Venezia Giulia (Unioncamere FVG) e le tre Camere di commercio (CCIAA) regionali.

La modifica ha riguardato l'aggiornamento della convenzione alla luce della costituzione, lo scorso 28 ottobre, della CCIAA Venezia Giulia quale accorpamento della CCIAA di Gorizia e della CCIAA di Trieste che riduce da quattro a tre le Camere di commercio regionali.

Gli interventi per la realizzazione delle diagnosi energetiche finalizzate alla valutazione del consumo di energia e al risparmio energetico conseguibile o per l'attuazione del sistema di gestione e il rilascio della certificazione di conformità alla norma ISO 50001 sono sostenuti dalla Regione con fondi propri e dal Ministero dello Sviluppo Economico (MiSE).

La gestione dei contributi finanziati è delegata a Unioncamere FVG a cui vanno inviate le domande che agirà per il tramite delle CCIAA provinciali e delle loro Aziende speciali. Lo schema di convenzione approvato oggi disciplina i rapporti tra la Regione e Unioncamere FVG.

In base alle legge regionale di Stabilità 2016 i contributi alle imprese per questi interventi rispettano i seguenti criteri: le diagnosi energetiche ammesse sono finanziate nella misura massima del 50 per cento delle spese ammissibili, fino a un massimo di 5.000,00 euro al netto di Iva, mentre le procedure di attuazione di un sistema di gestione conforme alla norma ISO 50001 selezionate vengono sostenute nella misura massima del 50 per cento delle spese ammissibili, in questo caso fino a un limite di 10.000,00 euro sempre al netto di Iva.

ARC/LP/fc
 



Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

ENERGIA: VITO, A UNIONCAMERE CONTRIBUTI PER SISTEMI GESTIONE PMI

TriestePrima è in caricamento