Notizie dalla giunta

Enogastronomia: Zannier-Bini, con board azioni promozione coordinate

Udine, 22 giu - La valorizzazione della produzione enogastronomica e del comparto turistico del Friuli Venezia Giulia in ottica di sistema può contare su un nuovo importante strumento: il board enogastronomia, il tavolo unico di coordinamento del quale fanno parte la Regione, PromoTurismoFVG, Ersa, AgriFoodFVG, Consorzio delle Doc, Consorzio Collio, Consorzio Prosciutto San Daniele, Consorzio Montasio, Consorzio Brovada e Consorzio Tergeste, che ha definito il calendario degli eventi, iniziative e attività promozionali enogastronomico-turistiche della nostra regione. La realtà, formalizzata alla fine dello scorso anno e presentata oggi a Udine dagli assessori alle Risorse agroalimentari, forestali e ittiche Stefano Zannier e alle Attività produttive e turismo Sergio Emidio Bini, punta a valorizzare e promuovere l'immagine della Regione e delle sue produzioni per rafforzarne l'univocità, in modo che i destinatari delle azioni percepiscano un'immagine integrata, omogenea e facilmente riconoscibile, soprattutto sui mercati target di riferimento ovvero Germania, Austria, Svizzera, Usa, Giappone, Benelux, Repubblica Ceca, Canada e Regno Unito. Come ha evidenziato Zannier, con la formalizzazione del board "è stato possibile strutturare un'azione di promozione condivisa che parte dalla produzione culturale e, attraverso il turismo, arriva all'enogastronomia. L'efficienza con cui il board ha saputo muoversi nonostante il difficile periodo pandemico dimostra che i 'compartimenti stagni' non esistono e prova la correttezza dell'approccio della Giunta sulle competenze condivise". Zannier ha poi spiegato che "attraverso una strategia condivisa, la Regione deve fare sintesi per valorizzare quelle peculiarità del territorio le quali, interagendo tra loro, danno vita al Friuli Venezia Giulia. Solo in questo modo è possibile far sì che tutto il sistema produttivo, dall'agricoltura al turismo, parli con una voce unica e funga da volano per l'economia regionale". Un'opinione condivisa dall'assessore regionale alle Attività produttive e turismo, il quale ha rimarcato che "non devono esistere steccati tra le direzioni regionali e tutti devono lavorare per il sistema Friuli Venezia Giulia. La pandemia ha cambiato l'approccio dei visitatori, che al turismo di massa prediligono quello slow ed esperienziale: per la nostra regione si aprono quindi grandi occasioni, dato che la nostra proposta in tal senso è estremamente articolata". Bini ha quindi sottolineato che "il calendario di eventi definito per i prossimi mesi è molto vario e i prodotti enogastronomici di qualità devono diventare, attraverso un patto tra Regione, istituzioni, PromoturismoFvg, i consorzi e gli imprenditori, il biglietto da visita del Friuli Venezia Giulia nel mondo. La sfida è infatti basata sulla qualità dei prodotti della nostra terra e sulla capacità di fare sistema: le nostre eccellenze devono infatti essere presenti nei menù e sulle tavole di tutti i ristoranti, gli hotel e i B&B del Friuli Venezia Giulia". La presentazione ha quindi fornito l'occasione per annunciare il calendario delle 150 esperienze enogastronomiche che si svolgeranno nelle strutture degli aderenti alla Strada e del Movimento Turismo del Vino (Pic&Taste, Art&Taste, Sea&Taste, Family&Taste, Harvest&Taste) da giugno ad ottobre, che può essere consultato attraverso il sito internet di ProturismoFvg (www.turismofvg.it). Infine, l'evento odierno ha fornito la vetrina ideale per la presentazione "Friuli Colli Orientali e Ramandolo Tasting Academy". La struttura, realizzata dal Consorzio di tutela vini Friuli Colli Orientali e Ramandolo in occasione dei 50 anni della Doc Friuli Colli Orientali, è dedicata alla formazione di alto livello dei professionisti, con 32 postazioni dispenser per poter degustare, in autonomia, vini provenienti da tutta la denominazione con focus dedicati periodicamente e la possibilità di conoscere le differenze e le particolarità di ogni singola zona dei Colli Orientali. Grazie al lavoro compiuto da tecnici del Consorzio, i visitatori potranno essere introdotti alla comprensione dei gusti e dei profumi specifici di ogni vino del Consorzio. La Tasting Academy è inoltre dotata di una postazione multimediale con un grande schermo in grado di proiettare dati e presentazioni, che può essere usata anche per organizzare degustazioni online e far conoscere i Colli Orientali in tutto il mondo. ARC/MA/al


Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Enogastronomia: Zannier-Bini, con board azioni promozione coordinate

TriestePrima è in caricamento