Venerdì, 24 Settembre 2021
Notizie dalla giunta

Enti locali: Cal approva provvedimenti su gare uniche e Interreg

Rinviato alla commissione salute il Piano fragilità

Udine, 6 set - Il Consiglio delle Autonomie locali (Cal) ha dato parere favorevole alle delibere della Giunta regionale riguardanti alcune modifiche alle gare centralizzate della Centrale unica di committenza e al programma Interreg VI-A Italia-Austria 2021-2027.

Nella seduta odierna il Cal ha inoltre rinviato per un approfondimento nella propria Commissione salute il provvedimento preliminare della Giunta regionale riguardante il Piano regionale di supporto alla popolazione anziana fragile 2021-2023.

Con riferimento all'attività di centralizzazione della committenza della Cuc, l'assessore regionale al Patrimonio e servizi informativi ha illustrato i provvedimenti di modifica al programma biennale con cui la Regione vorrebbe centralizzare tre tipologie di forniture considerate strategiche per gli Enti locali. Innanzitutto la previsione di una gara per individuare eventuali gestori dei centri d'accoglienza per minori non accompagnati.

Obiettivo del provvedimento è rendere economicamente sostenibile l'accoglienza che pesa sulle casse dei Comuni e delle Regioni in quanto, a fronte di una quota fissa fornita dallo Stato, i costi totali sono altamente variabili. L'assessore ha poi proposto uno studio di fattibilità per l'avvio di un bando di gara per il servizio di ristorazione scolastica con centro di cottura. Infine, il programma della Cuc intende includere una convenzione per la fornitura di divise a ridotto impatto ambientale per la Polizia locale in modo da uniformare le livree in tutto il territorio regionale.

L'assessore alle Finanze con delega alla programmazione comunitaria ha quindi illustrato la Proposta di cooperazione transfrontaliera Interreg VI-A Italia-Austria 2021-2027 riferendo innanzitutto che l'Unione europea ha confermato il perimetro geografico del programma già applicato nel precedente settennato. La dotazione complessiva del piano sfiora i 100 milioni di euro ed include 27 milioni per ricerca e difesa ambientale; 20 milioni alle imprese (tramite il Por-Fesr) per innovazione tecnologica, startup, economia circolare; 20 milioni per il cambiamento climatico; 15 milioni per sviluppo locale, turismo, cultura, multilinguismo e smart villages; 10 milioni per turismo sostenibile e 6,7 milioni per la riduzione degli ostacoli transfrontalieri attraverso la digitalizzazione della pubblica amministrazione, dei servizi di salute, delle cure e con investimenti sulla mobilità. I primi bandi sono attesi nell'autunno del 2022 e saranno improntati a riconoscere ai territori la definizione degli ambiti di intervento.

Il Cal ha invece chiesto la possibilità di svolgere un approfondimento dei contenuti del Piano regionale di supporto alla popolazione anziana fragile 2021-2023.

La delibera definisce la programmazione triennale del Piano della fragilità ed è stata illustrata nei suoi principi cardine dal vicegovernatore della Regione con delega alla salute. Il provvedimento conferma l'impostazione della legge regionale 22/2019 sull'integrazione socio-sanitaria.

Il Piano prevede le diversità dei bisogni nel percorso di salute degli anziani, i meccanismi di presa in carico e lo spostamento di determinate attività che ancora scontano una cultura ospedaliera. L'assessore ha quindi espresso gratitudine nei confronti dei sindaci per il lavoro svolto nel corso della pandemia. Proprio l'emergenza ha dimostrato l'opportunità di rafforzare il territorio e la complementare necessità di dare agli ospedali missioni ben precise. Il Piano affronta i temi delle famiglie, dei caregiver, della spinta alla domiciliarità e pone il tema del budget di salute. Per superare le attuali criticità gestionali il provvedimento guarda anche alla pianificazione statale e alle risorse e agli strumenti messi a disposizione dal Pnrr. Il vicegovernatore ha infine confermato che nel corso del prossimo anno saranno affrontate scelte strutturali per porre rimedio alla cronica sofferenza di capitale umano e competenze professionali nel sistema sanitario. ARC/SSA/ep



In Evidenza

Potrebbe interessarti

Enti locali: Cal approva provvedimenti su gare uniche e Interreg

TriestePrima è in caricamento