Martedì, 28 Settembre 2021
Notizie dalla giunta

ENTI LOCALI: DEFINITI I CRITERI DELLE PENALITÀ PER IL NON CORRETTO UTILIZZO DI SPAZI ...

Trieste, 22 lug - La Giunta regionale del Friuli Venezia Giulia, su proposta dell'assessore alle Autonomie locali Paolo Panontin, ha approvato in via definitiva le penalità sull'esercizio 2014 individuate secondo i criteri riportati nella delibera 2215 del 20 novembre 2014 che stabilisce il sistema sanzionatorio per il non corretto utilizzo degli spazi finanziari assegnati dalla Regione per l'esercizio 2014. La Giunta regionale ha preso atto del parere favorevole espresso dal Consiglio delle Autonomie Locali (CAL) lo scorso 20 luglio.

Sono 56 su 66 gli Enti che hanno inoltrato istanza per vedersi ridurre o eliminare la penalità. Nei confronti di 35 potrebbe essere possibile procedere con la riduzione parziale (per 12) e totale (per 23). I restanti 21 Enti non sono rientrati nelle fattispecie ritenute idonee a produrre un'attenuazione delle penalità.

"Abbiamo in ogni modo cercato di esentare i Comuni dall'applicazione delle penalità - ha precisato Panontin - e dispiace che il materiale istruttorio, non pubblico, illustrato al CAL, sia stato reso noto quasi a formare una pagella di demerito. Si è trattato comunque di situazioni particolari che tuttavia non erano contemplate tra quelle che consentivano di esentare gli Enti territoriali dalla applicazione delle penalità previste".

Nel testo approvato oggi, vengono individuate inoltre sei cause di natura eccezionale non dipendenti dalla volontà dell'Ente fra cui quelle imputabili al creditore, la difficoltà nelle procedure espropriative riconducibili all'individuazione dei soggetti espropriandi, le economie su opere assegnatarie di spazi finanziari rilevate solo in fase di conclusione dei lavori, cause di forza maggiore, giustificate in maniera adeguata, cause impreviste relative ai lavori e al relativo procedimento e, da ultimo, contenziosi.

Per le ipotesi sopra riportate, la penalità viene ridotta in misura e per l'importo in cui lo specifico evento ha contribuito a determinarla e comunque al massimo fino all'ammontare della stessa penalità. Con un decreto successivo del direttore centrale Autonomie locali e Coordinamento delle Riforme verranno indicate le singole penalità nonché la successiva e conseguente rideterminazione dell'obiettivo programmatico in termini di saldo finanziario di competenza mista per l'anno 2015 per ciascun Ente locale.

ARC/LP



In Evidenza

Potrebbe interessarti

ENTI LOCALI: DEFINITI I CRITERI DELLE PENALITÀ PER IL NON CORRETTO UTILIZZO DI SPAZI ...

TriestePrima è in caricamento