Notizie dalla giunta

Enti locali: Roberti, Summer School crea competenze per il futuro

Udine, 23 giu - "Creare conoscenze di base a beneficio degli amministratori locali del Nordest è fondamentale perché sono certo che il nostro territorio sarà tra quelli che traineranno la ripresa post pandemia; dobbiamo quindi essere sempre più amministratori preparati". L'assessore regionale alle Autonomie locali, Pierpaolo Roberti, ha rivolto il suo saluto ai partecipanti della Summer School per amministratori locali che si è aperta oggi con una presentazione in videoconferenza e proseguirà fino all'11 settembre in modalità online e in presenza. Obiettivo del percorso di formazione, rivolto a 30 amministratori locali selezionati tramite bando, di cui 24 provenienti dai Comuni del Friuli Venezia Giulia e 6 in rappresentanza della Regione Veneto e della Provincia autonoma di Trento, è elaborare strategie e progettare lo sviluppo territoriale con una visione di area vasta che implica modalità associative e collaborative intercomunali, con un forte orientamento al ricorso alla programmazione europea. Nata nel 2017 e giunta alla sua quinta edizione, fino ad ora la Summer School ha formato 150 amministratori del Friuli Venezia Giulia e una quindicina del Veneto e Trentino. "Occasioni come queste creano reti tra amministratori e possibilità di confronto e di contatto - ha detto Roberti -. In questo anno e mezzo i dipendenti e gli amministratori pubblici hanno retto e si sono fatti carico dell'urto della pandemia, con il sistema sanitario e i sindaci in prima linea. Ora la nuova sfida è il rilancio dell'economia, obiettivo che si può raggiungere solo mettendo in campo le competenze necessarie per saper cogliere le ingenti risorse e opportunità che arriveranno sui nostri territori dall'Europa. Da qui l'importanza di capire le modalità di gestione degli enti locali e le strategie di sviluppo per il futuro. Una visione che deve necessariamente andare oltre i termini temporali dei singoli mandati amministrativi". L'iniziativa è organizzata in partnership dal Centro Ocse di Trento per lo Sviluppo locale, Anci Friuli Venezia Giulia, Aiccre Friuli Venezia Giulia, Fondazione ComPA Fvg e con il supporto dell'Istituto di sociologia internazionale di Gorizia (Isig) e di Informest. Come ha spiegato Franco Brussa, presidente di Aiccre, dopo la formula residenziale svoltasi per tre anni a Ravascletto e la formula interamente online dello scorso anno, l'edizione di quest'anno avviene in modalità ibrida. Quanto ai contenuti, l'edizione 2021 si incentra in particolare sull'Europa in quanto protagonista del piano straordinario di aiuti post Covid. Per Dorino Favot, presidente di Anci Fvg, essere amministratori implica il diritto di sognare il futuro del proprio territorio e per realizzarlo è necessario avere gli strumenti corretti. Operativamente il corso formativo mira a trasferire competenze sulla programmazione e la progettazione di interventi per il territorio locale, finanziabili con i fondi europei o con altre risorse nell'ambito delle politiche internazionali, nazionali e regionali. Al centro, il tema della ripresa dopo la pandemia coerentemente ai principi di sviluppo sostenibile. Oggi e il 1 luglio sono in programma i due incontri introduttivi in modalità virtuale; da lunedì 30 agosto al 3 settembre si entrerà nel vivo della Summer School, con l'esercitazione in cui si elaborerà un piano strategico di sviluppo locale integrato. In chiusura una giornata e mezza in presenza: venerdì 10 settembre è dedicato all'approfondimento sulle istituzioni, sugli strumenti comunitari e sui finanziamenti europei (fondi strutturali e di investimento europei e strumenti riconducibili al Next Generation EU); sabato 11 settembre la mattinata sarà riservata alla presentazione dei lavori del laboratorio e alla chiusura della Summer School 2021. ARC/SSA/al


Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Enti locali: Roberti, Summer School crea competenze per il futuro

TriestePrima è in caricamento