Esof2020: Regione, innovazione e scienza risorse per sviluppo Fvg



Trieste, 2 set - L'innovazione rappresenta una risorsa fondamentale per lo sviluppo del Friuli Venezia Giulia, come dimostra la presenza in regione di aziende capaci di tradurre la ricerca scientifica in applicazioni industriali e commerciali esportate in tutto il mondo.

È questo, in sintesi, il concetto espresso dagli assessori alle Attività produttive e turismo e Autonomie locali e sicurezza, durante la visita alla base triestina della Saipem, svoltasi in occasione dell'EuroScience Open Forum, l'evento biennale dedicato alla ricerca scientifica e all'innovazione che prende il via oggi e proseguirà fino al 6 settembre.

Nello specifico è stato evidenziato dall'assessore alle Attività produttive, come l'emergenza coronavirus abbia impresso un'accelerazione fortissima alla necessità d'innovazione in tutti i settori dell'economia, che produrrà effetti anche a lungo termine. Oltre a supportare le attività produttive in queste fase, la Regione continuerà quindi ad essere al fianco delle imprese che intendono innovare per aprirsi a nuovi mercati e nuovi modelli di business, a partire proprio da quelle ad alto contenuto tecnologico. Entro fine anno, infatti, la Giunta riporterà in Aula la legge di sviluppo dell'economia regionale e una parte importante di essa sarà dedicata ai comparti della digitalizzazione, della ricerca e dello sviluppo tecnologico.

Concetti confermati anche dell'assessore alle Autonomie locali, per il quale aziende di alto profilo come la Siapem, che mette a disposizione delle imprese petrolifere di tutto il globo i prodotti sviluppati e testati nella sua sede triestina, danno lustro a tutto il Friuli Venezia Giulia. Una manifestazione di grande rilevanza internazionale come Esof, che incorona Trieste città della scienza, fornisce l'occasione giusta per dimostrare all'intera comunità regionale quali ricadute concrete ha la scienza per l'economia e l'occupazione del Friuli Venezia Giulia. ARC/MA/gg



In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
TriestePrima è in caricamento