rotate-mobile
Martedì, 9 Agosto 2022
Notizie dalla giunta

Eventi: Bini, valorizzazione Ribolla è modello di imprenditorialità

Dobrovo (Slovenia), 4 feb - "L'iniziativa che celebra il centenario della nascita di Zvonimir Simcic rappresenta una tappa fondamentale del percorso che Slovenia e Friuli Venezia Giulia hanno intrapreso assieme per il riconoscimento Unesco del Brda-Collio. Una candidatura importante in cui la nostra Regione, le amministrazioni comunali direttamente interessate, gli imprenditori, le comunità locali si stanno impegnando con convinzione e tenacia".

Lo afferma l'assessore alle Attività produttive e Turismo, Sergio Emidio Bini, che oggi, in rappresentanza del governatore Fedriga, ha partecipato al Castello di Dobrovo in Slovenia alla cerimonia dedicata al padre della Ribolla gialla, per molto tempo direttore generale della Cantina sociale della Goriška Brda.

All'evento, di spessore internazionale, sono intervenuti anche il presidente della Repubblica di Slovenia Borut Pahor e il ministro delle Politiche agricole, alimentari e forestali Stefano Patuanelli.

"Se è vero che la storia del Novecento ha tracciato confini e opposto diverse visioni politiche, è ancor più vero - sottolinea Bini - che oggi ci ha riuniti l'Europa, nata proprio per contrastare ogni tentativo di divisione e di ostacolo".

"Imprenditori come Simcic e la sua famiglia hanno compreso con lungimiranza la necessità di leggere questo territorio come un'unica identità, mettendo a fattor comune - sottolinea l'assessore - un prodotto speciale e distintivo come il vino, frutto di conoscenze centenarie e di grande passione".

"Una visione che si fonda sulla transnazionalità tipica di questo territorio e matrice dello spirito con cui Miro Simcic - rimarca Bini - ha interpretato il suo ruolo di cultore ed imprenditore del vino qui, in questo contesto particolare, fatto di colline, di venti, di influssi marini che non conoscono confin".

"La sua storia non si limita solo a un vitigno, a un metodo di vinificazione o a un'azienda straordinaria, ma rappresenta soprattutto un modello di imprenditorialità che si fonda sulla collaborazione e sulla valorizzazione delle comuni eccellenze come testimoniato dai tanti maestri del vino italiani protagonisti del bel documentario realizzato per valorizzare l'eredità che ha lasciato a tutti noi".

"Collaborazioni che, infatti, annoverano legami con altri nomi eccellenti del mondo enologico quali Jermann, Felluga, Collavini, per citarne alcuni, e che sono la dimostrazione dell'unicità del Brda-Collio: un paesaggio, un terroir, un clima, una tradizione fondiaria che - conclude l'esponente della Giunta Fedriga - rendono indistinguibile questa area tra Italia e Slovenia". ARC/RT/pph



In Evidenza

Potrebbe interessarti

Eventi: Bini, valorizzazione Ribolla è modello di imprenditorialità

TriestePrima è in caricamento