rotate-mobile
Notizie dalla giunta

Eventi: Gibelli, la spiga di pnlegge 2022 è simbolo fecondità cultura

Pordenone, 8 lug - "La scelta dell'immagine grafica della spiga come simbolo per l'edizione 2022 della manifestazione esprime perfettamente il valore della cultura, intesa come fecondità e ricchezza per l'uomo, ma è anche evocativa della tragedia umana della guerra che si sta consumando a pochi passi da noi". Così l'assessore regionale alla Cultura Tiziana Gibelli si è espressa oggi in occasione della conferenza stampa della 23esima edizione di pordenonelegge.it, il festival del libro con l'autore in programma nel capoluogo della Destra Tagliamento dal 14 al 18 settembre. Alla presenza del presidente della Fondazione pordenonelegge Michelangelo Agrusti, del direttore artistico Gian Mario Villalta e di numerosi sindaci del Friuli occidentale, l'esponente dell'Esecutivo ha innanzitutto rivolto un plauso agli organizzatori della kermesse, poiché riportano la città e la Regione al centro dell'attenzione nazionale, visto l'interesse che il festival ottiene in tutta Italia e la sua grande capacità di attrarre pubblico proveniente dal resto della penisola e da oltre confine per partecipare alla rassegna. "Non c'è dubbio - ha detto Gibelli - che il festival della poesia all'interno di pordenonelegge sia diventato il più importante d'Italia, così come è appurato anche che l'intera manifestazione sia ricompresa all'interno dei cinque 'top event' del settore nel nostro Paese. Questo evidenzia il valore della produzione culturale della nostra regione che diventa così un punto di riferimento nel panorama letterario; lo dimostrano infatti anche i complimenti ricevuti al Salone del libro di Torino dove il Friuli Venezia Giulia è stato co-organizzatore di una serie di eventi con il supporto di pordenonelegge". "Mi è piaciuta molto la scelta grafica della spiga di grano come simbolo dell'edizione 2022 della manifestazione - ha proseguito Gibelli - poiché riporta alla mente la dea Cerere, divinità materna della terra e della fertilità, nume tutelare dei raccolti, ma anche dea della nascita, evocando la fecondità creata dalla cultura. Senza dimenticare che l'immagine si lega poi perfettamente in senso lato all'aforisma di Marguerite Yourcenar per la quale fondare biblioteche - e quindi in generale creare le basi per la crescita della cultura - è come costruire ancora granai pubblici e ammassare riserve contro un inverno dello spirito". Infine l'assessore ha evidenziato come, con il supporto della Regione, "le associazioni e le imprese culturali del nostro territorio sono potute ripartire con maggior forza dopo lo stop causato dalla pandemia, continuando a garantire un valore aggiunto per il Friuli Venezia Giulia. Non va dimenticato infatti che la nostra regione viene molte volte scelta come meta di viaggio anche per seguire eventi culturali, mettendo così in moto un effetto moltiplicatore con importanti ricadute per la nostra economia". ARC/AL/ma


In Evidenza

Potrebbe interessarti

Eventi: Gibelli, la spiga di pnlegge 2022 è simbolo fecondità cultura

TriestePrima è in caricamento