rotate-mobile
Notizie dalla giunta

Eventi: Regione, Irci Trieste mantiene viva storia e cultura comunità

Inaugurata nella sede dell'istituto la mostra dedicata agli illustratori della Venezia Giulia

Trieste, 10 mag - L'Irci di Trieste continua la propria opera divulgativa della storia e della cultura della comunità istriana, fiumana e dalmata con una nuova mostra che darà la possibilità, sia alla popolazione residente sia ai visitatori che giungono da fuori, di conoscere nuovi elementi legati a questa terra. Le immagini esposte non rappresentano dei semplici manifesti pubblicitari d'epoca, bensì vere opere d'arte, espressione di una tipologia di comunicazione originale e diversa da quella utilizzata al giorno d'oggi.

È la sintesi della riflessione che l'assessore regionale alle Autonomie locali ha condiviso oggi a Trieste all'inaugurazione della "Illustratori nella Venezia Giulia", ospitata nella sede dell'Istituto regionale per la cultura istriano-fiumano-dalmata. Sono esposte le opere di una cinquantina di artisti tra pittori, grafici e designer nati o attivi nell'area di Trieste, Istria, Fiume, Dalmazia e Friuli tra il chiudersi dell'Ottocento e tutta la prima metà del Novecento.

L'assessore ha ringraziato i volontari di Irci Trieste per il loro impegno nel mantenere viva la storia della comunità che l'istituto rappresenta e ha confermato il sostegno da parte dell'Amministrazione regionale per il prosieguo dell'attività dell'associazione.

La mostra resterà aperta tutti i giorni fino al 30 giugno, con orario 10.30-12.30 e 16.30-18.30, ed è accompagnata da un catalogo di oltre 300 pagine che descrive le opere esposte. Tra queste anche quelle dei grandi maestri triestini Leopoldo Metlicovitz, Marcello Dudovich, Antonio Bauzon e Pier Antonio Sencig e Giuseppe Sigon, quest'ultimo capostipite del cartellonismo giuliano e creatore dello stabilimento cromolitografico alla Modiano di Trieste. ARC/PAU/ma



In Evidenza

Potrebbe interessarti

Eventi: Regione, Irci Trieste mantiene viva storia e cultura comunità

TriestePrima è in caricamento