Ex Fiera Ts: Pizzimenti, ok ma con alcune modifiche a piano recupero

Trieste, 30 apr - Via libera definitivo al recupero dell'Ex Fiera di Trieste ma solo con una serie di modifiche alla Variante n.4 al piano regolatore approvata dal Comune giuliano a fine gennaio. Questa in sintesi l'indicazione della Giunta regionale che oggi su questo argomento ha approvato una specifica delibera presentata dall'assessore alle Infrastrutture e al Territorio Graziano Pizzimenti.

"Il Comune di Trieste ha superato parte delle riserve che avevamo già presentato. È necessario però introdurre alcune integrazioni alla documentazione della Variante urbanistica e al Piano di settore del Commercio. Pertanto - spiega Pizzimenti - abbiamo avanzato alcune riserve vincolanti articolate in più punti".

"Innanzitutto la superficie complessiva coperta dedicata al centro commerciale non può essere incrementata - sottolinea l'assessore - come già stabilito nella Variante n.3 che ha fissato la sostenibilità del progetto sotto il profilo urbanistico, viabilistico e ambientale. Questa superficie può essere invece ridotta per favorire l'inserimento di altre attività non legate al centro commerciale".

"Va introdotta inoltre una precisazione relativa alla quantificazione minima del rapporto di permeabilità della zona dell'Ex Fiera e una specificazione riguardante la necessità che sia resa permeabile una superfice del 100 per cento di piazzale De Gasperi. Queste indicazioni - aggiunge Pizzimenti - sono fondamentali per individuare quelle superfici prive di costruzioni da sistemare a verde in modo che possano facilmente assorbire e filtrare la pioggia".

"In mancanza di una completa verifica di sostenibilità sotto il profilo viabilistico è necessario limitare anche le destinazioni d'uso ammesse all'ex Fiera. Alcune di queste non riconducibili al centro commerciale ('direzionale', 'servizi e attrezzature collettive', 'artigianale', 'alberghiera' e 'parcheggi e autorimesse') potranno essere consentite, infatti, solo a seguito di una nuova verifica di sostenibilità dell'impatto viabilistico che escluda incrementi dei volumi di traffico".

"Abbiamo chiesto infine che, in modo coerente, venga precisata la tipologia 'centro commerciale' in tutti i documenti riguardanti l'attuazione di questo progetto. Dove prima c'era l'Ex Fiera di Trieste - specifica in conclusione l'assessore - nascerà un grande complesso con una superficie dedicata alla vendita di 15mila mq e dove troveranno spazio anche attività di wellness, fitness e saune". ARC/RT/pph



In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
TriestePrima è in caricamento