rotate-mobile
Notizie dalla giunta

Festa Friuli: radici che devono nutrire le foglie del nostro futuro

Trieste, 27 apr - Una ricorrenza che rappresenta le radici dalle quali crescono le foglie del nostro presente. Foglie che però ora devono iniziare a guardare al futuro. Sulle radici dalle quali proveniamo, infatti, stiamo costruendo il Friuli Venezia Giulia di domani.

Questo il concetto espresso oggi in sede di Consiglio regionale dal governatore intervenendo nel corso del punto all'ordine del giorno dedicato alla celebrazione de la 'Fieste de Patrie dal Friul'.

Se infatti, come ha sottolineato il massimo esponente della Giunta, la nostra forza è rappresentata da quello che le precedenti generazioni ci hanno lasciato, il compito oggi è quello di proiettarla al futuro lasciando un'eredità adeguata ai nostri tempi e altrettanto importante alle generazioni future.

Un bagaglio costituito da valori che non devono essere dispersi. E con essi la lingua friulana, strumento di trasmissione culturale indispensabile affinché quelle radici nutrano le foglie del nostro futuro. Anche perché tutte le diversità costituiscono una ricchezza per la regione.

Da qui l'impegno dell'Amministrazione regionale per la tutela e la valorizzazione della lingua friulana, in quanto all'estinzione del patrimonio linguistico corrisponderebbe un vuoto valoriale inaccettabile. In questo senso vanno anche gli sforzi compiuti nei confronti della Rai per rafforzare la programmazione in lingua friulana.

Alla luce di tutto ciò la Fieste de Patrie dal Friul, come ha concluso il governatore, non è una manifestazione di maniera, ma il riconoscimento di una identità che non vuole essere un'espressione di particolarismo bensì una ricchezza da valorizzare per la crescita civile, sociale ed economica dell'intero Friuli Venezia Giulia. ARC/GG



In Evidenza

Potrebbe interessarti

Festa Friuli: radici che devono nutrire le foglie del nostro futuro

TriestePrima è in caricamento