Festival: Gibelli, ShorTS in edizione online conquista nuovo pubblico

Per la Regione produzione video è impresa culturale Fvg

Trieste, 30 giu - "Aver osato portare interamente l'edizione di ShorTS in versione online credo sarà una scelta premiata con la conquista di nuovo pubblico".

È questo l'auspicio che l'assessore regionale alla Cultura, Tiziana Gibelli, ha rivolto alla 21ma edizione di ShorTS international film festival promosso dall'associazione Maremetraggio di Trieste e presentato oggi in una conferenza stampa che ha riunito virtualmente una cinquantina di partecipanti tra Trieste, Roma e altre località italiane.

"Con l'obiettivo di far ripartire l'offerta culturale - ha detto Gibelli - dopo l'emergenza Covid avevo chiesto ai protagonisti della cultura regionale di osare. Di questo "saper osare" ringrazio la direzione di ShorTS che sicuramente verrà premiata per questa scelta, conquistando una platea di pubblico più ampi, che sarà l'eredità positiva del lockdown".

Gibelli ha colto l'occasione per ricordare anche come "il minor gettito fiscale determinato dall'emergenza rende il nostro futuro fosco; ciononostante la Regione è intervenuta con la legge 10 per dare continuità al comparto, superare il 2020 ed arrivare all'anno prossimo con un po' di risorse per proseguire".

Uno dei settori culturali su cui la Regione intende continuare ad investire è proprio il settore del cinema e - come ha sottolineato Gibelli - "il ricco mondo delle produzioni video che per il Friuli Venezia Giulia rappresenta una vera e propria impresa culturale. In questo segmento, tentare formule diverse non è una necessità esclusivamente commerciale ma una risposta concreta al bisogno delle persone di godere dell'offerta culturale regionale".

L'assessore ha poi ripreso il tema dell'Art Bonus evidenziando come "proprio quest'anno, per l'incidere della pandemia, il contributo dei privati rappresenta una risorsa imprescindibile per gli investimenti culturali. Mi auguro che il 2020 sia l'anno del consolidamento di questo provvedimento che abbiamo posto tra le priorità della programmazione regionale".

La presentazione di ShorTS è stata curata da Chiara Valenti Omero, presidente e co-direttrice del Festival e da Maurizio di Rienzo, codirettore artistico, entrambi concordi nel ritenere che Trieste sia una città ideale di incontri e contaminazioni. La modalità esclusivamente digitale di questa edizione si mescolerà già dal prossimo anno - questo l'auspicio degli organizzatori - con il ritorno alle proiezioni in piazza Verdi e agli incontri dal vivo.

Per quest'anno invece tutte le proiezioni avverranno sulla piattaforma MYmovies, partner tecnico del Festival, dove i film saranno visibili per 24 ore dall'inizio della prima proiezione, ad eccezione della pellicola di apertura, Il Grande passo di Antonio Padovan con Giuseppe Battiston, che sarà visibile solo per quattro ore a partire dalle 20:10 di sabato 4 luglio.

Il festival proseguirà online fino al 12 luglio (il programma è visibile su www.maremetraggio.com) proponendo sia la sezione "Nuove Impronte" dedicata ai lungometraggi e curata da Beatrice Fiorentino, sia la sezione "Maremetraggio" dedicata ai corti e curata da Francesco Ruzzier. ARC/SSA/al



In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
TriestePrima è in caricamento