Fiere: Fedriga-Bini, quella di Pordenone è attrattiva per comparto Fvg

Pordenone, 13 set - Una società attrattiva, capace di cogliere nuove opportunità e fortemente radicata nel territorio. Così il governatore del Friuli Venezia Giulia, Massimiliano Fedriga, ha definito la Fiera di Pordenone, partecipando oggi al taglio del nastro di Colfert expo, esposizione biennale per i professionisti del serramento, quest'anno targata Yellow Expo Days.

L'evento, nato nel 2003 e sbarcato per la prima volta quest'anno in Friuli Venezia Giulia entrando nei padiglioni fieristici di Pordenone, è diventato un punto di riferimento in grado di rappresentare sul palcoscenico del Nordest tutta la filiera in tema di ferramenta e accessori serramenti, sistemi di oscuramento, protezione e sicurezza, involucro edilizio e schermature.

Accompagnato dall'assessore regionale alle Attività produttive, Sergio Emidio Bini, e alla presenza dei rappresentanti istituzionali di Comune di Pordenone, Camera di Commercio e Fiera, Fedriga la scelta di un'azienda veneta di spostare in Friuli Venezia Giulia il baricentro dell'attenzione degli addetti ai lavori di questo comparto, scommettendo sul quartiere fieristico di viale Treviso.

"La scelta compiuta da Colfert - ha detto il governatore - dimostra come ci sia una sorta di continuità tra due territori che già dialogano quotidianamente. Siamo soddisfatti che importanti realtà come queste abbiano deciso di puntare su Pordenone Fiere, la cui mission è quella di focalizzare l'attenzione su rassegne professionali di settore, trovando così spazio significativo nel panorama nazionale con una prospettiva di crescita e di vita propria. Ne è la riprova il fatto che sono sempre più le realtà che scelgono i padiglioni della Destra Tagliamento per esporre i propri prodotti e far crescere il proprio business".

Quindi il governatore si è soffermato sugli interventi che la Regione ha messo in atto anche in occasione dell'ultimo assestamento di bilancio per dare ossigeno al settore delle costruzioni. "In momenti di difficoltà come questi - ha detto Fedriga - sono necessari interventi anticiclici che aiutino il comparto a risollevarsi. Dal canto nostro, oltre agli sgravi fiscali per le imprese, abbiamo stanziato quasi 320 milioni di euro per la riqualificazione, non solo energetica, del patrimonio edilizio esistente e anche sul recupero architettonico, creando così un doppio vantaggio per imprese e collettività".

Dal canto suo anche Bini ha particolarmente apprezzato la scelta fatta dagli organizzatori di Colfert expo che hanno puntato la loro attenzione sul Friuli Occidentale per dare vita alla prima edizione di Yed. "Pordenone Fiere - ha commentato l'assessore - sta crescendo in modo importante, andando in controtendenza nel comparto espositivo. È il frutto di una programmazione intelligente compiuta dai vertici della società, tenendo conto delle esigenze di imprenditori e consumatori del territorio, attraverso un sistema B2B che sta dando sempre migliori risultati". ARC/AL/fc



Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Turismo: Bini, gestione impianti sciistici Sappada a PromoTurismoFvg

  • Turismo: Bini, Venezia delle Nevi completa offerta ciclopedonali Fvg

  • Turismo: Bini, guida di Repubblica è strumento di promozione del Fvg

  • Salute: Riccardi, no al mercato del sangue e difendiamo il dono

  • Scuola: Rosolen, Fvg da maglia nera a battistrada in meno di due anni

Torna su
TriestePrima è in caricamento