Notizie dalla giunta

Finanza locale: Roberti, al via Comitato tecnico e Tavolo verso il ddl

"Partita sui tributi è fondamentale per autonomia Fvg" Trieste, 9 lug - "L'istituzione di un Comitato tecnico e il varo di un Tavolo di concertazione danno vita ad ambiti appropriati e riconoscibili nel processo di consultazione e di coinvolgimento voluto da quest'Amministrazione regionale che include tutti i soggetti competenti e quindi tutti i portatori di interesse in vista della stesura del disegno di legge regionale sui tributi locali".

Lo ha affermato l'assessore regionale alle Autonomie locali Pierpaolo Roberti commentando la delibera che ha definito la composizione del Comitato tecnico previsto dalla Giunta del Friuli Venezia Giulia lo scorso febbraio in cui erano fissate le tappe verso la messa a punto del disegno di legge tributario. La stessa delibera odierna dispone l'attivazione di un Tavolo di concertazione presieduto dall'assessore alle Autonomie locali.

"Quella sui tributi - ha rilevato Roberti - è una partita fondamentale per la nostra autonomia, che richiede tutte le migliori energie e competenze". Il Comitato tecnico varato oggi è composto da funzionari delle varie Direzioni centrali competenti, nonché da tecnici degli enti locali e da professionalità accademiche o esterne alla pubblica amministrazione, integrato da una serie di collaborazioni esterne e rapporti con le province di Trento e Bolzano. Si abbina al Comitato un Tavolo di concertazione, luogo deputato al confronto di merito e dei riflessi generali tecnico-normativi con i rappresentanti dei portatori di interesse, quali categorie produttive e sociali, organizzazioni sindacali e associazioni di cittadini.

"Si tratta - ha spiegato Roberti - di un'azione su due livelli che mira a perlustrare tutti gli aspetti di carattere tecnico per giungere quindi alla mediazione ottimale degli interessi, in particolare verso la definizione del delicato tema dei tributi immobiliari".

Il Comitato, che si riunirà senza gettone, sarà composto in dettaglio dal direttore del servizi Tributi locali della direzione centrale Autonomie locali, dai referenti delle direzioni centrali Finanze e Attività produttive, da un referente designato dal Consiglio regionale - sentita la V Commissione -, da referenti tecnici del Consiglio delle Autonomie locali (2 componenti) e di Anci - Associazione nazionale Comuni italiani - ( 2 componenti) e degli ordini dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili (1 componente) e dell'Associazione nazionale Certificatori e Revisori degli Enti locali (1 componente), in entrambi i casi della Regione Friuli Venezia Giulia. Il Comitato potrà essere integrato da un referente tecnico, rispettivamente, della Provincia autonoma di Trento, della Provincia autonoma di Bolzano e dell'Agenzia dell'Entrate-Riscossione. Infine, mediante convenzioni o affidamento di incarico professionale, si potrà attingere anche a professori universitari in materie tributarie e dottori commercialisti/tributaristi.

A sua volta il Tavolo di concertazione viene individuato dalla delibera approvata oggi quale luogo di condivisione delle scelte programmatiche e di indirizzo tra l'Amministrazione Regionale e i rappresentanti dell'Anci, nonché di confronto con i portatori di interesse. Lo stesso Tavolo, infatti, coinvolgerà, con le modalità ritenute più opportune, i soggetti portatori di interessi pubblici o privati connessi con i tributi locali. ARC/PPH/gg



Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Finanza locale: Roberti, al via Comitato tecnico e Tavolo verso il ddl

TriestePrima è in caricamento