Domenica, 17 Ottobre 2021
Notizie dalla giunta

Fondi Ue: Zilli/Pizzimenti ai Comuni, pensate in grande

Gli assessori illustrano nel dettaglio opportunità e risorse ai Comuni del Pordenonese Pordenone, 13 ott - "Viviamo un momento storico unico, le risorse sono tante ma dovete pensare in grande ed essere pronti. In totale il Piano nazionale di ripresa e resilienza prevede 191 miliardi per l'Italia da destinare a investimenti per la crescita: le tempistiche però sono strettissime e il Fondo di rotazione per la Progettazione sarà un supporto per consentire alle amministrazioni locali di arrivare nelle migliori posizioni nelle graduatorie e far partire rapidamente gli interventi prioritari che verranno realizzati grazie agli stanziamenti del Pnrr e ai contributi regionali". Lo ha sottolineato l'assessore regionale alle Finanze Barbara Zilli illustrando, assieme all'assessore alle Infrastrutture Graziano Pizzimenti, ai sindaci e rappresentanti dei Comuni del Pordenonese lo strumento a disposizione degli enti locali per anticipare la progettazione in modo da disporre di opere immediatamente cantierabili. Pizzimenti ha ricordato come nell'ultimo assestamento di bilancio siano stati destinati al Fondo per la progettazione 5 milioni di euro che in caso di necessità potranno essere implementati con ulteriori risorse. Zilli ha ricordato che alcuni bandi sono già stati pubblicati, come ad esempio quello delle scuole che prevede per il Fvg 32,5 milioni di euro per finanziare interventi di edilizia scolastica rientranti nella programmazione triennale per Scuole primarie e secondarie di primo grado e 40 milioni per Scuole superiori. Per turismo e cultura sono contemplate la rimozione delle barriere fisiche e cognitive in musei, biblioteche e archivi, investimento a favore di musei regionali, provinciali, civici o privati (oltre che a siti culturali statali), gestiti da enti pubblici o organizzazioni senza scopo di lucro, individuati mediante bandi di gara; per l'attrattività dei borghi gli interventi si attueranno attraverso il Piano Nazionale Borghi, che finanzierà progetti di recupero del patrimonio storico, creazione di nuovi itinerari e in generale sostegno a varie attività di animazione territoriale. Ci saranno inoltre programmi per valorizzare l'identità dei luoghi: riqualificazione di circa 110 parchi/giardini storici. Un primo gruppo di parchi e giardini di proprietà pubblica è già stato individuato per l'avvio nel 2021, un secondo gruppo sarà selezionato con bando pubblico. Nel settore dell'efficienza energetica l'investimento individua PA, famiglie e microimprese in Comuni con meno di 5mila abitanti, mentre nel campo della mobilità sostenibile è stata individuato come centrale il rafforzamento della mobilità ciclistica: tra i destinatari la cliclovia Trieste-Lignano-Venezia. Per lo Sviluppo trasporto rapido di massa i destinatari sono i capoluoghi di regione, città e comuni con più di 100mila abitanti. Fondi sono previsti inoltre per la valorizzazione del territorio e l'efficienza energetica dei Comuni: insieme eterogeneo di interventi di piccola/media portata da effettuare nelle aree urbane. Enti attuatori sono i Comuni a cui le risorse saranno assegnate con decreti del Ministero dell'Interno. Infine l'assessore alle Finanze ha sottolineato come alle risorse del Recovery Fund si aggiungano quelle derivanti dalla coda della Programmazione comunitaria 2014-21 e quelle della nuova programmazione 2021-27. Le risorse derivanti dal Por Fesr 2021-27, che sarà presentato entro l'anno, sono un'altra opportunità e per anticipare la realizzazione delle progettualità che saranno inserite in questa programmazione la Regione ha infatti già stanziato circa 10 milioni di euro. ARC/EP/gg


In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fondi Ue: Zilli/Pizzimenti ai Comuni, pensate in grande

TriestePrima è in caricamento