Formazione: Panariti, La Viarte completa ampia offerta a giovani

Santa Maria la Longa (Ud), 11 luglio - "L'esperienza formativa in atto all'associazione La Viarte, la comunità salesiana di Santa Maria la Longa, è importante perché - ha affermato l'assessore regionale alla Formazione, Loredana Panariti, nel corso della sua visita alla struttura - consente di completare, anche se per ora in via sperimentale, l'ampia offerta rivolta ai giovani del Friuli Venezia Giulia andando a prestare servizi ai ragazzi in condizioni di svantaggio o con bisogni educativi speciali".

"Un'attività meritoria - ha aggiunto Panariti - operata con un preciso metodo educativo che ora persegue giustamente la strada della legittimazione e della stabilizzazione di un modello formativo dal quale sono emersi risultati interessanti a vantaggio dei giovani, delle loro famiglie e dell'intera comunità".

L'assessore ha altresì rilevato l'utile lavoro svolto dalla comunità salesiana e dai suoi collaboratori che, consentendo il recupero, favorisce l'inclusione sociale, orienta nella formazione e introduce alla vita lavorativa ragazzi altrimenti abbandonati a se stessi. Spesso, è stato evidenziato, sono le stesse famiglie di appartenenza a chiedere un supporto a La Viarte per poter puntare al recupero dei figli da dipendenze o da forme di devianza.

Un percorso educativo nel quale la formazione professionale, com'è stato evidenziato, gioca un ruolo importante per consentire ai ragazzi di individuare la strada più corretta verso un futuro più sereno caratterizzato da certezze.

"Si tratta - ha sottolineato Panariti - di un'esperienza di formazione sociale che deve divenire tema di ricerca perché costituisce l'elemento mancante, il tassello che può completare un'offerta formativa a 360 gradi per la quale il Friuli Venezia Giulia si contraddistingue".

A questo proposito, Panariti ha ricordato il progetto Attiva Giovani rivolto alle associazioni senza scopo di lucro, come La Viarte, nell'ambito della quale opera la cooperativa agricola omonima che, in collaborazione con l'ente formativo Cefap, sta puntando alla produzione di ortaggi con il metodo biologico grazie all'impegno dei ragazzi della comunità.

Panariti, dopo avere visitato il complesso e avere incontrato alcuni dei giovani ospiti, ha ricordato che, nel 2016, la Regione ha investito 6 milioni di euro nelle azioni volte a favorire l'inclusione. "Per consolidare il lavoro di realtà come La Viarte nel settore educativo e formativo - ha concluso Panariti - è auspicabile che la Regione possa provvedere con un apposito strumento normativo al fine di non disperdere questa esperienza preziosa per tutti". ARC/CM/fc



In Evidenza

I più letti della settimana

  • Scuola: Rosolen, con zona arancione in aula le medie e 50% superiori

  • Vaccini: Riccardi, in due ore quasi 10mila prenotazioni tra 60-69 anni

  • Vaccinazioni: Riccardi, superate le 22mila adesioni nella fascia 60-69

  • Semplificazione: Callari, ddl snellirà procedimento amministrativo

Torna su
TriestePrima è in caricamento