FORMAZIONE: PANARITI, OTTIMI RISCONTRI PER OPERATORI SOCIO-SANITARI

Pordenone, 25 nov - Soddisfazione è stata espressa dall'assessore regionale al Lavoro, alla Formazione, all'Istruzione e alle Pari opportunità Loredana Panariti per il giudizio del valutatore indipendente ECOTER sulla strategia adottata dalla Regione Friuli Venezia Giulia a favore degli Operatori Socio-Sanitari (OSS) imperniata sull'utilizzo del Fondo Sociale Europeo (FSE) 2007-2013.

Il Programma Misure compensative per il conseguimento della qualifica di OSS ne esce promosso a pieni voti. Secondo il valutatore, infatti, "la qualificazione, al termine del 2014, di più di 1.600 OSS (oltre 2.000 a settembre 2015 di cui il 90 per cento donne) deve essere considerata uno straordinario risultato" che "pone il Friuli Venezia Giulia all'avanguardia in Italia in questo comparto, anche considerando che lo sforzo posto in essere proseguirà anche in questa programmazione".

A tale proposito, come ha ricordato Panariti, l'Autorità di Gestione del FSE 2014-2020 ha recentemente approvato l'Avviso riguardante l'individuazione degli Enti formativi che gestiranno il proseguimento del Programma di misure compensative per il prossimo triennio.

"Con una dotazione finanziaria di oltre 3,5 milioni di euro - ha spiegato l'assessore - verrà pertanto assicurata nel periodo 2016-2018, a partire da gennaio, un'adeguata offerta formativa, tale da garantire al rimanente personale addetto all'assistenza ancora privo di titolo il conseguimento della qualifica di OSS e, conseguentemente, la stabilizzazione del posto di lavoro nel settore, con un'evidente ricaduta anche sulla qualità dei servizi e dell'assistenza alla popolazione più fragile della regione".

Il documento del valutatore indipendente sul Programma per la qualificazione degli OSS aveva evidenziato quattro aspetti del ruolo svolto dalla Regione:
- la mappatura della domanda;
- il raccordo con la direzione centrale Salute della Regione e il riconoscimento dei crediti formativi;
- l'interlocuzione con le imprese che hanno ospitato i tirocini formativi;
- la sensazione di una risposta globale a una problematica di carattere generale, risultata, come si legge nel Rapporto, "omogenea, coordinata, chiara nella sua etica e - ultimo ma non meno importante - gratuita".

ARC/PPH/RM



In Evidenza

I più letti della settimana

  • Minoranze: Callari, gli sloveni in Fvg sono a casa loro

  • Vaccini: Riccardi, con centro Tarvisio si potenzia offerta in montagna

Torna su
TriestePrima è in caricamento