Formazione: Rosolen, 2,5 mln euro per tre nuovi corsi Oss in Fvg

Trieste, 9 lug - Diciotto corsi di formazione iniziale da 1000 ore, misure compensative per il conseguimento della qualifica di Oss specificamente dedicate a chi ha sempre operato nei servizi sociali senza avere un riconoscimento ufficiale e, infine, percorsi personalizzati per chi avesse iniziato un percorso di specializzazione e fosse stato costretto a interromperlo per motivi personali.

"È il tris di corsi per operatori socio-sanitari (Oss) - spiega l'assessore Fvg alla Formazione, Alessia Rosolen - che, attraverso uno stanziamento complessivo di 2,5 milioni di euro, ci apprestiamo ad attivare a seguito dell'approvazione da parte della Giunta regionale del programma specifico".

L'avviso pubblico per la selezione degli enti di formazione accreditati dalla Regione che realizzeranno l'attività formativa per l'anno formativo 2019-20 è stato pubblicato sul Bur, il bollettino ufficiale della Regione, lo scorso 19 giugno e prevede tre tipologie di intervento: la prima consiste in 18 corsi di formazione iniziale (1000 ore) per la formazione di circa 450 nuovi Oss. Le relative proposte formative dovranno essere presentate entro il 19 luglio.

La seconda misura si articola tramite la realizzazione di corsi di misure compensative per il conseguimento della qualifica di Oss, di durata variabile, da attivare come nei precedenti anni, per completare la qualificazione del personale occupato nei servizi sociali e socio sanitari ma ancor privo di titolo. L'intervento formativo, in questo caso, potrà essere attivato in qualsiasi momento e in qualsiasi sede del territorio, in base alle manifestazioni di interesse che verranno registrate presso gli enti di formazione accreditati per questa tipologia e settore formativo, previa valutazione della qualità e coerenza delle proposte formative.

La terza opzione prevede, infine, anche l'attivazione di percorsi personalizzati per consentire, in particolari casi non contemplati dall'offerta formativa descritta in precedenza, di completare il percorso formativa a quelle persone, soprattutto donne, che hanno dovuto interrompere la formazione causa maternità, malattia o altri motivi familiari. ARC/COM/fc



In Evidenza

I più letti della settimana

  • Autonomie locali: Roberti a Governo, urgente sblocco concorsi

  • Università: Rosolen, circa 450mila euro per studenti in affitto 2020

  • Salute: Riccardi, potenziare servizi autismo è atto di normalità

  • Covid: Riccardi, c'è attenzione su crescita casi positività in Fvg

  • Salute: Riccardi, con odontoiatria a Monfalcone più risposte

  • Attività produttive: Bini, artigianato esempio di resilienza e ripresa

Torna su
TriestePrima è in caricamento