Notizie dalla giunta

Formazione: Rosolen, nuove linee guida per i percorsi professionali

Inserite misure per sostenere spese di trasporto agli studenti

Udine, 31 mar - Sono state stabilite le nuove linee guida dei percorsi professionali per tecnici e operatori nei settori più svariati, dall'alimentazione all'agricoltura, dall'industria ai servizi dal turismo al comparto del benessere.

Sono le figure professionali formate dall'offerta IeFP (Istruzione e formazione professionale), interamente gestita dalla Regione attraverso gli enti di formazione accreditati.

"Le linee guida - afferma l'assessore regionale alla Formazione, Alessia Rosolen - coniugano il patrimonio culturale, sociale ed economico dei mestieri tradizionali all'innovazione, creando i presupposti per dare risposte adeguate e all'avanguardia rispetto alle richieste del mercato del lavoro".

"Scegliere un percorso IeFP - commenta Rosolen - non significa ammettere, implicitamente, di abbassare l'asticella delle proprie ambizioni professionali: si tratta di una scelta consapevole di chi punta con determinazione su un percorso, ormai altamente specializzante, che consente di acquisire competenze immediatamente spendibili. Ci sono professioni che, anziché imboccare il viale del tramonto, risaliranno la china. Naturalmente, l'apprendimento permanente e la flessibilità nell'esplorare nuove frontiere dei mestieri tradizionali saranno componenti che faranno la differenza: chi saprà abbinare innovazione e conoscenza verrà gratificato".

"L'offerta duale, che abbina teoria e pratica, lezione e lavoro, resta centrale - spiega l'assessore - nella nostra offerta. Sono previste ore di stage e tirocini altamente specializzanti e abbiamo inserito misure per sostenere le spese di trasporto ai ragazzi. Quest'ultimo aspetto rientra nell'obiettivo di garantire il diritto allo studio a tutti, sostenendo sia economicamente che logisticamente le famiglie in difficoltà".

Gli esiti occupazionali per chi conclude questi percorsi, evidenzia Rosolen, sono ottimi.

"L'offerta formativa del Friuli Venezia Giulia è concorrenziale ai massimi livelli su scala nazionale e costituisce un modello di riferimento sotto diversi profili. È bene puntualizzare che, anche per chi sceglie percorsi professionalizzanti, sono fondamentali un'adeguata preparazione e lo sviluppo di competenze ormai irrinunciabili nel mondo del lavoro di oggi. Penso, per esempio, all'evoluzione tecnologica dei processi produttivi e al tema, più generale, della digitalizzazione. Non ci sono lavori facili. Ma con passione e competenza - conclude Rosolen - ci possono essere lavori gratificanti da ogni punto di vista". ARC/Com/ep/pph



Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Formazione: Rosolen, nuove linee guida per i percorsi professionali

TriestePrima è in caricamento