Notizie dalla giunta

Formazione: Rosolen, via a 18 nuovi corsi di Oss e deroga sui tirocini



Trieste, 4 dic - Prenderanno il via in questi giorni i 18 nuovi corsi di formazione gratuiti finanziati dal Fondo sociale europeo (Fse) con 370 iscritti per operatori socio sanitari (Oss). Nel frattempo, si stanno concludendo i 18 corsi partiti nella tarda primavera che stanno qualificando altri 390 allievi, già nelle prossime settimane assumibili dalle strutture sanitarie pubbliche e private.

Complessivamente saranno quindi 760 gli operatori formati dalla Regione per dare risposta alle esigenze di un sistema severamente provato dall'emergenza epidemiologica in corso. L'accelerazione è resa possibile da una deroga sui percorsi di tirocinio che è stata approvata oggi dalla Giunta su richiesta dell'assessore alla Formazione, Alessia Rosolen.

"Si tratta di una deroga molto attesa e preziosa che consente di velocizzare l'iter formativo per conferire la qualifica di Oss - ha spiegato Rosolen -. In condizioni normali un allievo è tenuto a portare a compimento un tirocinio di 450 ore complessive presso presidi ospedalieri, servizi residenziali, servizi socio educativi e socio-assistenziali, assistenza domiciliare. Il combinato disposto di disagi, complicazioni e restrizioni legati alla pandemia ha creato una serie di ostacoli all'effettuazione dei tirocini: le misure adottate per contenere e arginare il contagio, di fatto, hanno reso inaccessibili alcune strutture e avevano bloccato i tirocini. In questi mesi, abbiamo quindi scelto di mantenere il monte ore (450) per ogni tirocinio, ammettendo deroghe rispetto alle sedi di svolgimento: a giugno abbiamo ridotto a due gli ambiti previsti".

L'assessore ha spiegato che "con questa delibera rendiamo possibile il conferimento della qualifica di oss alle persone che svolgano tutte le 450 ore previste solo presso una struttura ospedaliera. Questo garantisce che gli operatori siano adeguatamente formati snellendo un iter che la pandemia aveva trasformato in un percorso a ostacoli. È evidente che, anche e soprattutto in questa fase, chi è in grado di prestare servizio in ospedale possiede i requisiti per farlo anche nelle case di riposo o nei servizi a domicilio".

Rosolen ha infine sottolineato che "il Fondo sociale europeo, una volta ancora, si conferma imprescindibile punto di riferimento per una formazione gratuita ed inclusiva, rispondente alle esigenze del sistema Regione". ARC/COM/ma/ep



Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Formazione: Rosolen, via a 18 nuovi corsi di Oss e deroga sui tirocini

TriestePrima è in caricamento