Forze Ordine: Riccardi, mai dimenticare sacrificio tutori sicurezza

Commemorati a Udine agenti Polizia uccisi da bomba nel 1998

Udine, 23 dic - "Un giorno importante perché ci consente di ricordare pubblicamente l'impegno e la dedizione quotidiana di uomini e donne per garantire sicurezza e rispetto delle regole alla nostra comunità. Questa commemorazione rappresenta un atto doveroso per non dimenticare il sacrificio dei poliziotti che, nell'intento di svolgere il loro compito, hanno pagato il prezzo più alto".

Sono le parole con le quali il vicegovernatore del Friuli Venezia Giulia, Riccardo Riccardi, è intervenuto a Udine, in piazzale d'Annunzio, alla cerimonia in memoria dei tre agenti della Polizia di Stato - Adriano Ruttar, Giuseppe Guido Zanier e Paolo Cragnolino - rimasti uccisi da un'esplosione verificatasi all'alba del 23 dicembre del 1998, quando erano prontamente accorsi per rispondere a una chiamata d'intervento da parte di un commerciante in viale Ungheria, dove ora sorge la lapide a loro dedicata.

Riccardi ha voluto testimoniare alle Forze dell'Ordine e alle famiglie dei tre agenti scomparsi la vicinanza della Regione, sottolineando il senso del dovere, la generosità e la solidarietà che animano quanti operano per tutelare la serenità dell'intera collettività.

"Mai ci stancheremo - ha concluso il vicegovernatore - di ringraziare coloro i quali difendono tutti noi a costo della loro stessa vita". ARC/CM-RED/fc



In Evidenza

I più letti della settimana

  • Istruzione: Rosolen, nuovo corso specializzazione settore dell'arredo

  • Ue: Zilli, Fvg si conferma al vertice su programmazione Por Fesr

  • Prot. Civile: Riccardi, lezione Zamberletti ancora attuale

Torna su
TriestePrima è in caricamento