Venerdì, 25 Giugno 2021
Notizie dalla giunta

Friulano: Roberti, importante diffondere formazione sulla lingua

Trieste, 26 gen - "Rafforzare l'uso della lingua friulana è importante, non possiamo permetterci che con l'andare del tempo si affievolisca per lasciare campo a giornali, radio, televisione che parlano sempre e solo in italiano: il corso che ARLeF e Filologica insieme organizzano per garantire continuità alla formazione in marilenghe anche in tempi di pandemia darà il suo valido aiuto per fornire prime basi di grammatica per incrementare la conoscenza e uso della lingua e per continuare a coltivare l'orgoglio di essere friulani". Lo ha sottolineato l'assessore regionale alle Lingue minoritarie, Pierpaolo Roberti, partecipando alla presentazione della nuova versione per i corsi pratici di lingua friulana realizzati dalla Società Filologica Friulana e sostenuti dall'ARLeF - Agenzia Regionale per la Lingua Friulana. L'attività formativa gratuita quest'anno infatti sarà caratterizzata da lezioni di alfabetizzazione (al via l'8 febbraio), destinate a un massimo di 90 partecipanti, che si terranno interamente online sulle piattaforme Moodle e Zoom. "Questa iniziativa è nuova nella modalità, dovuta all'emergenza pandemica, e dimostra che nonostante le difficoltà sia possibile continuare percorsi avviati grazie a strumenti innovativi", ha commentato Roberti, ricordando che "il sostegno della Regione è sempre stato manifestato, ma con l'ultima legge di Stabilità approvata in Consiglio regionale è stata dimostrata con i fatti l'attenzione massima della Regione nel settore delle lingue minoritarie". "Mentre stiamo vivendo una crisi sanitaria, che è anche crisi economica e che influisce direttamente sulle casse della Regione, chiunque avrebbe potuto giustificare dei tagli: non li abbiamo fatti e - ha ribadito l'assessore - non c'è nessuna intenzione di applicarli al settore delle lingue minoritarie che, ribadiamo, sono essenziali per la natura stessa della Regione Friuli Venezia Giulia". Roberti ha sottolineato l'importanza di continuare con progetti di politica linguistica che vedano sinergia tra più enti e associazioni. "Auspico - ha affermato Roberti - che sempre di più si continui a collaborare in quest'ottica, ciascuno per le proprie competenze: la Regione fornisce la linee di indirizzo, l'Agenzia regionale per la lingua friulana mette in pratica le politiche sul territorio, con il supporto scientifico dell'università e il patrimonio culturale e di esperienza del tessuto di associazioni". Anche il presidente di ARLef, Eros Cisilino, ha confermato che la collaborazione con la Regione è sempre stata forte, in tutti i settori. "Crediamo molto in questa nuova proposta formativa, che aderisce perfettamente al contesto in cui attualmente ci troviamo - ha precisato il presidente di ARLeF -. La pandemia ha radicalmente modificato molte nostre abitudini, comprese le tradizionali modalità della didattica. Con la scelta di portare sul web i corsi di friulano stiamo cogliendo l'occasione di rivolgerci a un pubblico sempre più ampio, a coloro che per le più svariate ragioni non sarebbero stati in grado di partecipare alle lezioni in presenza, ma che potranno invece cogliere questa opportunità grazie alla possibilità di fruire dei contenuti delle lezioni secondo le loro esigenze di tempo". I corsi pratici di lingua friulana ritornano nel 2021, dunque, con una nuova veste e una struttura ancor più articolata e votata a fornire strumenti sempre più pratici e utili agli iscritti, che, se frequenteranno almeno il 70% delle lezioni, riceveranno un attestato di partecipazione: un titolo culturale per accedere alla lista regionale degli insegnanti con competenze in lingua friulana. La nuova opportunità formativa si basa sui contenuti del primo volume della collana "Lenghe e culture" dedicato alla formazione degli adulti. Il piano dell'opera prevede la realizzazione di 3 fascicoli di 112 pagine ciascuno: ognuno corrisponde a un'annualità del corso (I, II e III) ed è suddiviso in 12 unità didattiche. Il volume, in forma cartacea, è disponibile gratuitamente nelle sedi dell'ARLeF e SFF; in versione digitale su www.arlef.it e www.filologicafriulana.it. In quanto al corso in partenza la prima settimana di febbraio, sono in programma 10 lezioni asincrone, su Moodle (ogni settimana sarà pubblicato del materiale nuovo, che resterà sempre fruibile), che privilegiano la riflessione, lo studio autonomo e rimandano ai tre incontri sincroni per chiarimenti e confronti, su Zoom, ciascuno della durata di un'ora circa. Per iscrizioni telefonare allo 0432 501598 o scrivere a formazione@filologicafriulana.it ARC/EP/pph


Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Friulano: Roberti, importante diffondere formazione sulla lingua

TriestePrima è in caricamento