FRIULI DOC: SERRACCHIANI, VALORIZZAZIONE PRODOTTI ECCELLENZA

Udine, 10 set - "Friuli Doc è arrivato ormai a oltre venti edizioni, è un evento che si è rafforzato negli anni, e ha consentito di consolidare le relazioni con le realtà contermini; ora vogliamo puntare ancora ancora di più sulla valorizzazione dei nostri prodotti, e l'abbiamo fatto anche cambiando un po' la fisionomia e i colori della manifestazione. Anche perché la Regione sta facendo un investimento importante sull'agroalimentare: lo abbiamo voluto sottolineare in quest'anno che è l'anno di Expo, e credo i cittadini sapranno apprezzare quest'edizione di Friuli Doc, che auspichiamo divenga l'edizione dei record". Con queste parole la presidente della Regione, Debora Serracchiani, ha voluto presentare la XXI edizione di Friuli Doc, che ha aperto nella piazza principale di Udine, piazza Libertà, tagliando il nastro inaugurale assieme al testimonial della manifestazione, lo storico telecronista del calcio italiano, Bruno Pizzul, presenti il vicepresidente e assessore alle Attività produttive, Sergio Bolzonello, e l'assessore alle Risorse Agricole e Forestali, Cristiano Shaurli. La presidente ha ricordato il percorso seguito in questi anni dalla manifestazione, alla riscoperta di valori e prodotti di qualità, e ha apprezzato la decisione intrapresa dal Comune assieme all'Amministrazione regionale di far conoscere e degustare i prodotti di qualità, di pregio, e certificati, della nostra realtà agroalimentare. Nel contempo, Friuli Doc è l'occasione, sempre secondo la Serracchiani, per far riscoprire quel senso di comunità che il Friuli Venezia Giulia ha sempre avuto. La presidente aveva anche ripreso parte dell'intervento introduttivo del sindaco della città, Furio Honsell, il quale aveva affermato che, forse, Expo 2015 ha replicato la fortunata e consolidata formula di Friuli Doc, perché l'evento di Udine riesce a mettere insieme il territorio e i suoi prodotti. Mentre il vicepresidente e assessore alle Attività produttive, Sergio Bolzonello, ha affermato che Friuli Doc "è capace di coniugare una grande festa di popolo con l'innovazione dei prodotti enogastronomici del Friuli Venezia Giulia: una qualità che è da preservare e da spendere nella promozione del territorio". L'assessore alle Risorse Agricole e Forestali, Cristiano Shaurli, ha infine ricordato che la sicurezza alimentare, garantita dalla tracciabilità dei prodotti e dalla certificazione di qualità, rappresentano un elemento di competitività per l'intero comparto agroalimentare del Friuli Venezia Giulia. La Regione, per la XXI edizione della manifestazione, che si concluderà domenica, tramite l'Ersa, l'Agenzia regionale per lo sviluppo rurale, ha infatti puntato a promuovere i migliori prodotti agroalimentari, proponendoli con una connotazione e una formula che intende essere popolare, al fine di non snaturare l'essenza della quattro giorni di festa. In particolare, l'intera via Mercatovecchio, la strada principale della città, è stata trasformata in una vetrina d'eccellenza per l'agroalimentare regionale. Attraverso la creazione di dieci aree tematiche contraddistinte da colori diversi, in una sezione dell'evento denominata 'Agricoltura a colori'. Tra gli appuntamenti, molteplici sono le opportunità di degustazione dei prodotti, anche enologici, per favorire quello che il testimonial Bruno Pizzul ha auspicato sia un consumo consapevole e moderato. Attento ai sapori, alle eccellenze che sono l'essenza del territorio. Accanto alle quattro aree tematiche dedicate ai principali settori agroalimentari del Friuli Venezia Giulia, una sezione particolare mira alla valorizzazione del formaggio Montasio. E' stata visitata dalla presidente Serracchiani, la quale, assieme alle altre autorità, si è poi soffermata in diversi stand nelle varie piazze della città. ARC/CM


In Evidenza

I più letti della settimana

  • Scuola: Rosolen, con zona arancione in aula le medie e 50% superiori

  • Vaccini: Riccardi, in due ore quasi 10mila prenotazioni tra 60-69 anni

  • Vaccinazioni: Riccardi, superate le 22mila adesioni nella fascia 60-69

  • Vaccini: Riccardi, 13/4 agende aperte per inoculazioni palestra Sacile

  • Semplificazione: Callari, ddl snellirà procedimento amministrativo

Torna su
TriestePrima è in caricamento